I pensieri di Papa Francesco

27/09/2020
Il #Vangelodioggi (Mt 21,28-32) chiama in causa il modo di vivere la vita cristiana, che non è fatta di sogni o di belle aspirazioni, ma di impegni concreti, per aprirci sempre più alla volontà di Dio e all’amore verso i fratelli.
27/09/2020
Preghiamo per i milioni di sfollati interni che, proprio come Gesù e i suoi genitori nella fuga in Egitto, vivono ogni giorno situazioni di paura, incertezza e disagi.
27/09/2020
Riconosciamo nel volto degli sfollati il volto di Cristo affamato, assetato, nudo, malato, forestiero e carcerato che ci interpella.

Resta aggiornato con il
notiziario della Parrocchia 

Riceverai avvisi, comunicazioni, novità


newsletter

Don Michele Gianola, di Abbadia Lariana, sottosegretario della Conferenza Episcopale Italiana

Oggi, 24 settembre 2020, il sacerdote, da tre anni direttore dell’Ufficio nazionale per la pastorale delle vocazioni della Conferenza episcopale italiana, dal 2010 al 2017 direttore del Centro diocesano per le vocazioni, è stato nominato sottosegretario della CEI Conferenza Episcopale Italiana in occasione dei lavori del Consiglio episcopale permanente che si è concluso proprio oggi presso Villa Aurelia, nella capitale, sotto la guida del cardinale Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia – Città della Pieve, presidente della Cei.

Leggi tutto nell’art. di Claudio Bottagisi

A proposito del Catechismo

Carissimi, ci ritroviamo all’inizio del nuovo anno catechistico in una situazione decisamente complessa e nuova. L’evoluzione della pandemia del covid 19 impone sempre a tutti tanta prudenza. Ecco perché non abbiamo ancora comunicato ufficialmente la data d’inizio delle attività catechistiche. I protocolli riguardanti la sicurezza sono molto stringenti e andranno osservati fedelmente e con un certo impegno da parte di tutti. Tuttavia ritengo molto importante per tutti riprendere il catechismo; abbiamo bisogno di “rivitalizzare” il nostro rapporto con il Signore Gesù e le relazioni all’interno della nostra Parrocchia, dopo la lunga parentesi del lockdown.

Leggi tutto

Don Roberto nel ricordo di don Fabio: “Mi colpirono la sua umiltà e la sua semplicità”

Il parroco della comunità pastorale di Abbadia Lariana aveva conosciuto in Seminario il sacerdote ucciso martedì a Como. Ci eravamo accordati per organizzare insieme una camminata sui “suoi” monti della Valgerola. Non siamo mai riusciti a farla”

Leggi tutto nell’articolo di Claudio Bottagisi

Il Papa: non c’è ecologia senza equità, lottiamo contro il degrado

“Oggi, la natura che ci circonda non viene più ammirata, ma ‘divorata’”: Francesco incontra le Comunità “Laudato si’” e invita singoli e istituzioni alla concretezza nella tutela dell’ambiente, “perché nessuno sia privato della terra che abita”

Leggi tutto su www.vaticannews.va

Francesco: il nuovo Messale Cei in linea con il Concilio

Il cardinale Bassetti e un gruppo di rappresentanti della Conferenza episcopale italiana hanno presentato al Papa la nuova edizione del testo liturgico che sostituirà definitivamente l’attuale a partire dalla domenica di Pasqua del 2021.
Tra le innovazioni, peraltro già note, ci sarà fra le altre la modifica al Padre Nostro (il “non ci indurre in tentazione” diventa “non abbandonarci alla tentazione”), mentre nel Gloria il “pace in terra agli uomini di buona volontà” è sostituito dall’espressione “pace in terra agli uomini, amati dal Signore.

Leggi tutto su www.vaticannews.va

Il Grest replica anche a settembre

Visto il successo ed il gradimento dell’edizione di giugno, i nostri volontari si sono resi disponibili per gestire i bambini della primaria e della secondaria anche durante la prima settimana di settembre.

Dal 31 agosto al 4 settembre nel giardino della casa parrocchiale dalle 14.30 alle 17.30

 

Francesco: non si usa il nome di Dio per terrorizzare la gente

È questo un tema carissimo al Papa, che nel suo tweet per la Giornata Onu dedicata a commemorare “le vittime di atti di violenza basati sulla religione o sul credo”, ripete con chiarezza usando le parole del documento di Abu Dhabi: “Dio non ha bisogno di essere difeso da nessuno e non vuole che il Suo nome venga usato per terrorizzare la gente. Chiedo a tutti di cessare di strumentalizzare le religioni per incitare all’odio, alla violenza, all’estremismo e al fanatismo cieco”.

Leggi tutto su www.vaticannews.va

Il Papa al Meeting di Rimini: siate testimoni della forza attrattiva della fede

La bellezza di Dio e la gioia della fede: in un messaggio a firma del segretario di Stati vaticano Pietro Parolin Francesco benedice i partecipanti al tradizionale appuntamento di Comunione e Liberazione – che si apre il 18 agosto con modalità diverse a causa del Covid-19 – e indica la sfida su cui puntare in questa speciale occasione di confronto su temi spirituali e di attualità

Leggi tutto su www.vaticannews.va

Papa all’Angelus: l’Assunzione, il grande balzo in avanti dell’umanità

 

All’Angelus il Papa afferma che raggiungendo il cielo in anima e corpo la Vergine “ha poggiato i piedi in paradiso” e indicato la strada “per conquistare la patria di lassù, che è per sempre”. Da Francesco l’invito a ricordare il bene che Dio ha compiuto nella nostra vita come fece Maria nel Magnificat

Leggi tutto su www.vaticannews.va

I lavori nella Chiesa di San Giorgio

Da qualche settimana sono iniziati i lavori di restauro della chiesa di S. Giorgio. In particolare stiamo provvedendo al restauro dell’affresco della crocifissione collocato nell’abside. Infatti questa preziosa opera d’arte, risalente al quattrocento, appare oggi ammalorato dai Sali che l’umidità, penetrata nelle mura dell’edificio, ha in maniera evidente depositato sull’opera d’arte. Stiamo anzitutto rimuovendo le cause dell’umidità, con malte apposite applicate sul muro esterno e risistemando la porzione del tetto sovrastante. In seguito provvederemo a rimuovere i Sali dalla pittura e a risistemare l’affresco. L’importo dell’intervento è considerevole e in
fase di preventivo si quantifica in circa 70000 euro. Una parte della cifra è stata reperita grazie ad un bando della Fondazione Lecchese che ci ha permesso, anche con il contributo considerevole del comune di Mandello (che ringraziamo), di avere 35000 euro. Chi volesse aiutarci a contribuire al restauro, con cifre di qualunque entità, (sono preziosi tutti i contributi, sia da enti che da privati) può contattare la Parrocchia di Crebbio telefonandomi al numero di cellulare 3386879387.
Aiutiamoci a tenere viva la Fede nel mondo di oggi anche salvaguardando queste testimonianze di rara e raffinata bellezza. Un grazie anticipato a coloro che vorranno contribuire ma anche alle ditte che stanno lavorando, al progettista e alla commissione affari economici della Parrocchia di Crebbio che mi ha aiutato nella preparazione dell’intervento.  Don Fabio

Uccisa per Satana, suor Maria Laura Mainetti sarà beata. La postulatrice: Santa anche prima del martirio

La religiosa fu uccisa in un rito satanico a Chiavenna il 6 giugno 2000 per mano di tre adolescenti.
Francesca Consolini:
«La sua morte il coronamento di una vita al servizio del prossimo, soprattutto i giovani fragili»
CITTÀ DEL VATICANO. «Muori, suora bastarda!». «Signore, perdonale…». Questo breve, drammatico, dialogo si udiva il 6 giugno del 2000 in un viottolo buio di Chiavenna (Sondrio), dove tre adolescenti tra i 16 e i
17 anni avevano attirato con l’inganno suor Maria Laura Mainetti per stordirla con una mattonella sulla nuca e ucciderla inferendole diciannove coltellate. Era l’estremo sacrificio di un rito satanico nato dal patto di
sangue che le tre minorenni confessarono di aver organizzato – quasi per noia – davanti ad una birra al bar. A vent’anni da quel brutale assassinio che sconvolse l’Italia, mentre le tre ragazze si sono rifatte una vita dopo il carcere, la religiosa delle Figlie della Croce diventerà beata. Lo ha deciso Papa Francesco che ne ha riconosciuto il martirio «in odio alla fede».

Leggi tutto

Disposizioni per la Vita Sacramentale nelle Comunità Pastorali/Parrocchie

Il nostro Vescovo ha pubblicato un ampio documento che stabilisce alcune linee per la ripresa della vita cristiana nelle nostre comunità parrocchiali. Eccone un’ampia sintesi.
Questi orientamenti pastorali riguardanti le celebrazioni liturgiche sono indicazioni operative su cui tutti convergere, dal momento che nessuno è padrone dei Sacramenti, ma tutti ne siamo solo umili dispensatori. I Sacramenti necessitano, di una celebrazione oculata e dignitosa, che tiene conto anche della situazione locale e della possibile recezione da parte delle diverse categorie di persone, in primo luogo gli adulti, le singole famiglie, poi gli anziani, i ragazzi e i giovani.

Leggi tutto

UN SINCERO GRAZIE ED UNA BREVE RIFLESSIONE

Un pomeriggio feriale di una decina di giorni fa, un gruppo di giovani, quasi sicuramente non di Abbadia (non li conoscevo), si  trova sul molo e comincia a fare dei tuffi e a prendere il sole.   Subito dopo però, questi adolescenti cominciano ad usare un tono volgare (a dire poco), urlando a voce altissima improperi, volgarità e bestemmie che lasciano davvero a bocca aperta; prendendo spesso di mira anche i malcapitati passanti che passeggiano tranquillamente sul lungo lago.  Qualcuno cerca di farli smettere ma  viene preso a male parole…   Oltre all’etica, al buon costume e alla buona educazione da questo episodio escono malmessi anche i distanziamenti sociali e le mascherine (queste sconosciute).  In questo stesso periodo altri adolescenti hanno frequentato il lungo lago in maniera molto più assidua ed operosa.  Al mattino si trovavano a preparare i giochi, le attività e le gite del GREST, l’oratorio estivo.  Al pomeriggio, dalle 14,30 alle 17.30 seguivano i ragazzi delle elementari e delle medie con buona volontà, generosità, fedeltà e sincero affetto; sotto le mascherine non potevi non intuire  una grinta ed una determinazione encomiabili, mentre i loro occhi trasmettevano una serenità ed una gioia che non capita spesso di notare. Se ti fermavi per un po’ad osservarli ti stupivano per il loro accordo, la loro sinergia (capacità di collaborare) e la tenerezza e la pazienza che usavano con i bambini. Il loro esempio mi ha confortato e gratificato ed un signore, un giorno, entrato ad osservarli, ha esclamato “Meno male che esistono ancora ragazzi in gamba”.   A loro va il mio ed anche il nostro più sincero e sentito “Grazie” per la loro opera, con la speranza che continuino nell’amore e nella Fiducia che Il Signore ha messo nei loro cuori. Dio mette dentro di noi la possibilità e la capacità di fare tanto bene e di spendere al meglio la nostra vita, ma ci lascia anche liberi di scegliere anche per il male, per ciò che non ci fa bene, ciò che ci lascia con l’amaro in bocca e continuamente insoddisfatti, nervosi e arrabbiati con Dio, gli altri e la vita. Questo resoconto ne è la testimonianza più vera. A noi cercare e trovare la via giusta.
Don Fabio

 

Il Grest oltre il virus e per tornare a stare insieme. Abbadia Lariana c’è! Canti, giochi, riflessioni e condivisione. Voglia di divertirsi, desiderio di socialità e spirito di amicizia

Canti, giochi, riflessioni e soprattutto tanta condivisione. In una parola, il Grest. Voglia di divertimento e di stare insieme, desiderio di socialità e spirito di amicizia sono del resto gli “ingredienti” che caratterizzano più che mai questa estate 2020 che vede grandi e piccoli, educatori e ragazzi, lasciarsi alle spalle i mesi difficili dell’emergenza sanitaria. Canti, giochi, riflessioni e condivisione. Come dire “Summerlife”, idea lanciata a livello diocesano per offrire spazi e strumenti che consentano di riappropriarsi della realtà e di ricominciare, facendo tesoro anche degli insegnamenti lasciati dal virus, che non ha risparmiato neppure i sentimenti, le relazioni e le visioni della vita.

Leggi tutto nell’articolo di C. Bottagisi

 

 

Ddl Zan-Scalfarotto: mons. Suetta (Ventimiglia), “introdurrebbe nel sistema normativo uno squilibrio nel rapporto tra la libertà di opinione e il rispetto della dignità umana”

“Una legge di questo tipo introdurrebbe nel sistema normativo uno squilibrio nel rapporto tra la libertà di opinione e il rispetto della dignità umana, che può dar luogo a derive liberticide”. Lo scrive il vescovo di Ventimiglia-San Remo, mons. Antonio Suetta, presentando alcune “riflessioni e preoccupazioni pastorali” sulla proposta di legge contro i reati di omo e transfobia, nota come ddl Zan-Scalfarotto. La sua attenzione si concentra in particolare nel punto in cui il testo prevede di punire “l’istigazione a commettere atti di discriminazione o di violenza, non mere opinioni”.

Leggi tutto nell’articolo dell’Agenzia SIR

Speciale GREST 2020

Quest’estate così inedita porta con sé un sano desiderio di divertimento e di socialità, di aria fresca e di amicizia. Allo stesso tempo ha già sulle spalle un vissuto importante e particolare, sia nei bambini che negli educatori. Un vissuto che chiede di essere condiviso e ri-significato. L’idea di fondo che attraversa “Summerlife” non è di “appesantire” la realtà, ma di offrire strumenti per riappropriarsene.  Leggi tutto
“Summerlife” ad Abbadia avrà luogo dal 22 giugno al 3 Luglio, tutti i pomeriggi dal lunedì al venerdì, dalle ore 14.30 alle ore 17.30 presso il Giardino della Casa Parrocchiale.
I nostri animatori lo hanno ribattezzato A1mP, un acronimo che significa A 1 metro dal prossimo, per ricordarci le prescrizioni da osservare per tutelare la salute di tutti. Buon divertimento a tutti; un grazie ed buon lavoro agli animatori ed a tutti coloro (Mamme, volontari e commissione oratorio) senza i quali il Grest non potrebbe avere luogo!!!

L’Eucaristia guarisce la memoria e accende il desiderio di servire

E’ fondamentale fare memoria riunendosi come popolo, dice il Papa richiamandosi alle Letture odierne, ricordare il bene ricevuto dagli interventi di Dio nella nostra vita. Si tratta di una memoria che guarisce “la nostra memoria orfana”, “la memoria negativa” e “la nostra memoria chiusa”, evidenzia il Papa dipanando il senso di questi tre aspetti del vivere umano. Non solo. L’Eucaristia “spegne in noi la fame di cose e accende il desiderio di servire”

Leggi tutto su www.vaticannews.va

«L’EUCARESTIA CI GUARISCA DALL’INGORDIGIA E DALL’AMBIZIONE DI PREVALERE»

In questa domenica, festa del Corpus Domini, Papa Francesco ci spinge a riflettere sul senso dell’Eucarestia e della Messa nella nostra vita. Fa un elogio della memoria, papa Francesco, nella solennità del Corpus Domini, “spostata” dal giovedì alla domenica secondo il calendario della Chiesa italiana con la suggestiva (e affollatissima) processione eucaristica che a Roma, per antica tradizione, si snoda, lungo via Merulana, dal sagrato della Basilica di San Giovanni in Laterano, dove Bergoglio celebra la Messa, fino a Santa Maria Maggiore. « Ricordati, dice oggi la Parola divina a ciascuno di noi», sottolinea Francesco nell’omelia. «Dal ricordo delle gesta del Signore ha preso forza il cammino del popolo nel deserto; nel ricordo di quanto il Signore ha fatto per noi si fonda la nostra personale storia di salvezza.

Leggi tutto

I MIEI “PRIMI” 25 ANNI

Mercoledì 10 Giugno ho festeggiato 25 anni di sacerdozio. Il sentimento più grande che vivo nel cuore e nella mente è la gratitudine: grazie al Signore che mi ha accompagnato, sorretto, aiutato, sostenuto nelle mie fragilità e nelle mie povertà. Grazie a tutti coloro che mi hanno accompagnato con la preghiera e con il loro concreto e fattivo aiuto: i miei genitori, i miei nonni, mia sorella, i miei nipoti ed anche tantissime persone che mi sono stati accanto nei modi più diversi, nobili e belli. Accanto alla gratitudine, vorrei mettere in evidenza il desiderio più vivo e profondo di continuare nella mia opera di pastore di anime nella nostra unità pastorale di Abbadia e Crebbio. Offrendo tutta la mia vita e le mie energie per i bambini, i ragazzi, i giovani, le famiglie, gli anziani e le persone in difficoltà. A tutti voi chiedo una preghiera, perché possa continuare il mio ministero Sacerdotale seguendo ogni giorno la volontà di Dio. Grazie a tutti e continuiamo insieme il cammino verso il Signore Gesù!
Don Fabio

Don Fabio sacerdote da 25 anni. La Comunità pastorale di Abbadia: “Dio ti è sempre accanto”

Ordinato il 10 giugno 1995, è alla guida delle parrocchie di San Lorenzo e Sant’Antonio in Crebbio da fine settembre dello scorso anno Classe 1966 (festeggerà i 54 anni lunedì 15 giugno), è ad Abbadia dal 29 settembre 2019 Don Fabio Molteni ha tagliato dunque un traguardo significativo, il venticinquesimo di ordinazione, e per l’occasione a stringersi idealmente a lui è l’intera comunità pastorale di Abbadia Lariana, che comprende le parrocchie di San Lorenzo e di Sant’Antonio in Crebbio, da lui guidate dall’autunno dello scorso anno.

Leggi tutto

Trinità d’Amore

Dio non è un po’ “complicato”? Prefazio della messa odierna: “Sei un solo Dio, non nell’unità di una sola persona, ma nella Trinità di una sola Sostanza”.. Cos’é?..poi: “Noi adoriamo la Trinità delle Persone, l’unità della natura, l’uguaglianza nella maestà divina”… Roba difficile! Ma non sarebbe più semplice credere, come fanno gli islamici e gli ebrei, a Dio uno…e basta? E già! Mo’ siamo noi a decidere chi è e come è Dio!.. Gesù Cristo ci ha detto e mostrato – in maniera bella, chiara e lampante- “chi è” e “come è” Dio!.. Ciò non vuol dire che il Mistero che sconquassa la matematica (Uno=Tre) sia “comprensibile” a chi lo crede.

Leggi tutto

Giornata dell’Ambiente
Il Papa: non possiamo fingerci sani in un mondo malato

Francesco scrive a Iván Duque Márquez, presidente della Colombia, Paese ospitante della Giornata mondiale dell’Ambiente 2020, celebrata a livello virtuale per via del coronavirus. Non possiamo ignorare la distruzione dell’ecosistema, afferma il Papa, la casa comune va costruita e tutelata insieme. Le tre pagine della lettera, indirizzata al presidente colombiano Duque Márquez, nascono direttamente dal magistero del Papa su questo tema, a pochi giorni dall’annuncio di un Anno speciale dedicato alla Laudato si’, pubblicata cinque anni fa ma attuale come non mai.

Leggi tutto

Il Papa ai sacerdoti romani: nella tempesta non avete abbandonato il gregge

In una lettera indirizzata al clero romano, Francesco ricorda le molteplici ferite causate dalla pandemia: “Come comunità presbiterale non siamo stati estranei a questa realtà e non siamo stati a guardarla alla finestra”, il distanziamento ha rafforzato “il senso di appartenenza”. Quella di Francesco è la lettera di un vescovo ai sacerdoti della propria diocesi, a pastori del popolo di Dio che hanno toccato con mano il dolore della gente a causa dell’emergenza sanitaria. Una crisi imprevedibile ogni giorno accompagnata da numeri, percentuali e statistiche che avevano “nomi, volti, storie condivise”.

Leggi tutto su www.vaticannews.va

Perché Dio non ferma il virus?

Editoriale del direttore de Il Settimanale della Diocesi di Como don Angelo Riva
Un giorno un giornalista domandò a Madre Teresa di Calcutta come mai Dio, se è così onnipotente e buono come dicono, non stende la sua mano per togliere il male del mondo. La santa lo guardò storto, increspando un’altra ruga su quelle che già solcavano il suo volto. E per tutta risposta gli disse: «e tu cosa fai per togliere un po’ di male dal mondo?». Risposta tutt’altro che evasiva, perché anzi centrava il nocciolo teologico del problema. Certamente Dio potrebbe fermare il Covid19 con uno schiocco di dita. Come quando Gesù fermò la violenza delle onde del mare in tempesta, e con il dito zittì il turbinare impetuoso dei venti, che minacciavano di rovesciare la fragile barca dei pescatori (Mt 14,22-36; Mc 4,35-41)….

Leggi tutto

La preghiera è argine al male e può scrivere un destino diverso

All’udienza generale Francesco richiamandosi ai primi capitoli della Genesi ricorda che mentre il male si allarga a macchia d’olio, la preghiera dei giusti è capace di restituire speranza ed è “una catena di vita”
Davanti all’onda di piena del male che cresce nel mondo, la preghiera si mostra come “argine” e “rifugio” dell’uomo. E’ ancora dalla Biblioteca del Palazzo Apostolico che si leva la catechesi del Papa all’udienza generale. Proseguendo il suo ciclo di riflessioni sulla preghiera, stamani Francesco scandaglia quella dei giusti e il suo senso nella storia dell’umanità.
Leggi tutto su www.vaticannews.va

TALENT SHOW ORATORIO 2020

E’ ONLINE il nuovo ABBADIA’s GOT TALENT !
Molti bambini e ragazzi si sono impegnati nella preparazione di un video che è stato inserito all’interno del talent…Ognuno ha proposto la propria specialità: salti con la bicicletta, canto, ballo, giocoleria, lavoretti … Non sono mancati di certo gli animatori a vivacizzare il tutto. Lo spettacolo viene trasmesso alle persone che chiederanno di essere iscritte al canale dell’oratorio on line. Contattare il n. 3661091542

Lettera sondaggio

Il Comune di Abbadia Lariana in collaborazione con  la Parrocchia di San  Lorenzo e Sant’Antonio intende verificare la possibilità di attivare per l’estate 2020 centri estivi destinati ai bambini ed ai ragazzi residenti che hanno frequentato la scuola primaria e la scuola secondaria di primo grado (1° e 2°)…

Leggi tutto e scarica la lettera sondaggio

Abbadia e le prime messe con i fedeli. Il parroco: “E’ stato triste celebrare senza di voi”

La settimana scorsa, nell’annunciare la ripresa delle celebrazioni eucaristiche con la presenza dei fedeli, era stato esplicito. “Occorre mettere da parte le incertezze, i dubbi e le difficoltà che possono paralizzare i nostri desideri, le nostre aspettative e anche la fiducia nel Signore e nel nostro prossimo”. Un chiaro appello, quello di don Fabio Molteni, a tornare a partecipare alla messa dopo le settimane di celebrazioni “a porte chiuse” coincise con il periodo di Quaresima e con le domeniche del tempo di Pasqua, oltre naturalmente che con la Settimana santa…. Leggi tutto nell’articolo di Claudio Bottagisi

Leggi qui le indicazioni pratiche e le attenzioni da osservare durante le celebrazioni liturgiche

“Quando penso all’asilo mi vengono in mente…

Dalla Scuola dell’Infanzia “CASA DEL BAMBINO” Abbadia
Frasi dette dai “nostri” bimbi a proposito del loro asilo
… i giochi che facciamo con tutti i miei amici! L’assunta cuoca e le maestre. Tante corse divertenti. La casetta degli uccellini e i giochi in giardino” (Simone R.) … i lavoretti, le maestre che mi insegnano a non sbagliare e i miei amici” (Andrea O.) … i giochi e i pastelli per fare i disegni per le mamme e i papà” (Federico) … i giochi con i miei amici nella casetta in giardino, i giochi con i cubotti, il pranzo in classe, in particolare il budino, giocare con Davide, Zoe, Marco e Lorenzo, parlare con le maestre, giocare in classe con la cucina, i Duplo” (Achille)

Leggi tutto

….a proposito della forzata chiusura dell’Asilo Parrocchiale di Crebbio

Sono trascorsi ormai tre mesi dall’inizio di un’esperienza sconosciuta, impensabile, che ha assunto risvolti drammatici. Ci eravamo preparati, eravamo pronti per l’allegria del carnevale da vivere con genitori e nonni per le vie del paese. All’improvviso, strappando le nostre sicurezze, è entrato nella nostra vita il “VIRUS con la CORONA” e anche la scuola, luogo dove quotidianamente in modi diversi si tessono relazioni, in un tempo scandito “insieme”, è diventata inaccessibile….

Leggi tutto

Il Papa Santo ha ridato slancio ai cattolici

Le nostre nonne ci hanno insegnato una preghiera da fare al mattino, quando si comincia la giornata, che dice così: «…Ti ringrazio, Dio, di avermi creato e fatto cristiano…». «Fatto cristiano»: c’è una fierezza in queste parole. Attenzione, però: una fierezza umile, nulla da spartire con l’orgoglio, la tracotanza o la superbia. È una fierezza che subito ci mette addosso il grembiule del servizio, e ci fa togliere i calzari davanti alla terra sacra dell’altro. E tuttavia di una vera fierezza si tratta: poter professare il nome cristiano, e andare a testa alta, senza vergogna, per le vie del mondo. Ebbene, se ogni mattino possiamo pregare così, con questa fierezza, lo dobbiamo anche a san Giovanni Paolo II, di cui ricorre il 18 maggio 2020 il centenario della nascita.

Leggi tutto

Santo Rosario 

Domenica 31 maggio alle ore 20.30,
dal Giardino della Casa Parrocchiale,
verrà recitato con i fedeli 

Il Santo Rosario

 

Bentornati alla Santa Messa

Con la Messa feriale del 19-20-22 maggio presso il giardino parrocchiale e la  prefestiva e festiva dei giorni 23 e 24 nel salone sottostante l’asilo parrocchiale di Crebbio e la palestra comunale di Abbadia, riprenderanno finalmente le celebrazioni con il popolo delle S. Messe. Il lungo stop imposto dalle misure di sicurezza attuate per prevenire il coronavirus, ha sicuramente generato in ciascuno di noi il desiderio di riprendere ad incontrarsi come comunità cristiana, nelle celebrazioni e nelle iniziative comunitarie. C’è però anche, almeno così mi pare di intuire, un certo timore a riprendere la vita normale; in questa fase credo sia opportuno e necessario mettere in atto tutti gli accorgimenti che ci vengono suggeriti e che ci permettono di vivere ed agire in sicurezza. Tuttavia occorre mettere da parte le incertezze, i dubbi e le difficoltà che possono paralizzare i nostri desideri, le nostre aspettative ed anche la fiducia nel Signore e nel nostro prossimo; permettendo così al virus di condizionarci ulteriormente anche a livello morale e spirituale. E di chiuderci in noi stessi. Il mio augurio invece è di rivederci numerosi e colmi di fiducia e speranza, alla ripresa delle celebrazioni Eucaristiche. A presto!!!
Leggi qui le indicazioni pratiche e le attenzioni da osservare durante le celebrazioni liturgiche

Francesco, in un libro i pensieri sulla vita dopo la pandemia

Nel volume edito dalla Libreria Editrice Vaticana sono raccolti otto interventi del Pontefice nei primi mesi dell’anno segnati dal diffondersi della pandemia di coronavirus. A guidare la lettura, la prefazione del cardinale Michael Czerny, sottosegretario della Sezione Migranti del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, che illustra il pensiero unitario del Pontefice, il suo sguardo al futuro dell’umanità colmo di amore e speranza.

Dio è il nostro alleato fedele, a Lui possiamo dire e chiedere tutto

“La preghiera del cristiano”; è il tema della catechesi all’udienza generale di oggi 13 maggio, la seconda con cui il Papa desidera approfondire che cos’è la preghiera. E la costatazione iniziale di Papa Francesco è che l’atto del pregare “appartiene a tutti: agli uomini di ogni religione, e probabilmente anche a quelli che non ne professano alcuna”. E dice che essa “nasce nel segreto di noi stessi”, nel nostro cuore, parola che racchiude ogni nostra facoltà, emozione, intelligenza e anche il corpo. “È dunque tutto l’uomo che prega – osserva il Papa – se prega il suo “cuore”. (Ascolta il servizio con la voce del Papa)

Leggi tutto su www.vaticannews.va

Dal 18 maggio celebrazioni con la presenza dei fedeli – Accordo CEI /Governo

L’intesa siglata tra la Chiesa italiana e il governo punta a garantire sicurezza di ogni fedele e fruibilità da parte di ogni comunità ecclesiale. Un passo reso possibile da una collaborazione mai interrotta.
“Ciascuno ha fatto la propria parte con responsabilità”. Così il presidente della Conferenza episcopale italiana, il cardinale Gualtiero Bassetti, ha commentato la firma, questa mattina a Palazzo Chigi, del Protocollo che dà il via libera alla ripresa delle celebrazioni con la presenza del popolo a partire dal 18 maggio.
Il suddetto Protocollo prevede una serie di norme che andranno rispettate per prendere parte alle funzioni. Sulla Brezza della prossima settimana verrà riportato un sunto delle necessarie misure di sicurezza cui ottemperare con cura.

Leggi tutto su www.vaticannews.va

Santa Messa in streaming sulla pagina Facebook

Continua l’emergenza per il Corona Virus.  La S. Messa a porte chiuse, viene trasmessa sulla pagina
Facebook: Parrocchia San Lorenzo – Abbadia Lariana.

Tutte le celebrazioni rimarranno visibili collegandosi anche in differita   
Prossimo appuntamento in diretta:
Sabato 16 maggio Santa Messa alle ore 16.30

 

 

 

 

57a Giornata di Preghiera per le Vocazioni

In un video la preghiera di don Michele Gianola per la Giornata mondiale per le vocazioni
Il sacerdote di Abbadia Lariana esercita il suo ministero a Roma ed è direttore dell’Ufficio nazionale per la pastorale delle vocazioni della Cei. Un mosaico di volti e di voci per un’unica invocazione, preparata per la 57.ma Giornata mondiale di preghiera per le vocazioni proclamata per domenica 3 maggio. Un video in cui sacerdoti, suore, laici, giovani, adulti e bimbi recitano ciascuno poche parole, fino a formare appunto un’unica preghiera dal titolo “Datevi al meglio della vita”.

Leggi tutto

Maggio, il mese del Rosario

Inizia questa settimana il mese di Maggio, mese tradizionalmente caratterizzato dalla preghiera del Santo Rosario; preghiera dedicata a Maria, Madre di Dio. Il nome stesso indica che ogni Ave Maria recitata è una rosa portata alla Madonna. Anche Papa Francesco, in una sua recentissima lettera raccomanda la recita in famiglia o, in sapiente alternanza, da soli, di questa preghiera. Abbiamo sempre bisogno di pregare; ancora di più in questo momento così problematico e difficile, dove anche le prospettive riguardanti un possibile ritorno alla normalità sembrano mutare di giorno in giorno, lasciando tutti nell’incertezza più profonda e nella più seria preoccupazione.

Leggi tutto

Preghiamo il Rosario, Maria ci farà superare questa prova

Il Rosario in mano, perché così si batte la pandemia. Giorno dopo giorno, nelle case chiuse dal virus ma aperte alla speranza che la preghiera a Maria ottenga il ritorno al “corso normale” della vita. È la proposta del Papa per il prossimo mese. Nel maggio generalmente atteso come l’inizio dell’allentamento del lockdownFrancesco indirizza una lettera a tutti i fedeli ricordando come in questo stesso mese sia “tradizione” pregare “il Rosario a casa, in famiglia. Una dimensione, quella domestica – osserva – che le restrizioni della pandemia ci hanno “costretto” a valorizzare, anche dal punto di vista spirituale”.  Leggi tutto su www.vaticannews.va

Il Papa raccomanda di recitare due preghiere alla Vergine dopo il Rosario. Scaricale qui

Come si recita il Rosario?

Dio aiuti i governanti, siano uniti nei momenti di crisi per il bene dei popoli

Nella Messa a Santa Marta, Francesco prega per i governanti che hanno la responsabilità di prendersi cura dei popoli. Nell’omelia, afferma che nei momenti di crisi bisogna essere molto fermi e perseveranti nella convinzione di fede, non è il momento di fare cambiamenti: Il Signore ci invii lo Spirito Santo per essere fedeli e ci dia la forza di non vendere la fede.

Leggi tutto su www.vaticannews.va

La speranza non delude

Fin da piccoli ci viene insegnato che non è una bella cosa vantarsi. Nella mia terra, quelli che si vantano li chiamano “pavoni”. Ed è giusto, perché vantarsi di quello che si è o di quello che si ha, oltre a una certa superbia, tradisce anche una mancanza di rispetto nei confronti degli altri, specialmente verso coloro che sono più sfortunati di noi. In questo passo della Lettera ai Romani, però, l’Apostolo Paolo ci sorprende, in quanto per ben due volte ci esorta a vantarci. Di cosa allora è giusto vantarsi? Perché se lui esorta a vantarsi, di qualcosa è giusto vantarsi. E come è possibile fare questo, senza offendere gli altri, senza escludere qualcuno?

Leggi tutto

L’elogio alla speranza

da Seneca, Lettere a Lucilio

So che possiedi una grande forza d’animo, Lucilio mio. La vita ti ha già messo alla prova numerose volte, ma tu non ti sei mai arreso: ti sei risollevato e hai lottato con più energia. Il coraggio, quando è già stato sfidato, può solo crescere; tu però accetta da me un aiuto che, spero, potrà farti sentire più forte.

Leggi tutto

Francesco: ricostruiamo il mondo senza lasciare nessuno indietro

Nella Domenica dedicata alla Divina Misericordia, il Papa ha celebrato l’Eucaristia nella chiesa di Santo Spirito in Sassia che Papa Wojtyla dedicò a questo culto. Mentre pensiamo a una lenta e faticosa ripresa dalla pandemia, ha detto Francesco, il rischio è che ci colpisca un virus ancora peggiore: “quello dell’egoismo indifferente”. Questa prova è “un’opportunità per preparare il domani di tutti”. Al Regina Caeli il Papa ha espresso l’auspicio che si affronti “la crisi attuale in maniera solidale”

Leggi tutto su www.vaticannews.va

Il Papa prega per le mamme in attesa e mette in guardia dal rischio della fede “virtuale”

Vorrei che oggi pregassimo per le donne che sono in attesa, le donne incinte che diventeranno mamme e sono inquiete, si preoccupano. Una domanda: “In quale mondo vivrà mio figlio?”. Preghiamo per loro, perché il Signore dia loro il coraggio di portare avanti questi figli con la fiducia che sarà certamente un mondo diverso, ma sempre sarà un mondo che il Signore amerà tanto.

Leggi tutto su www.vaticannews.va

Il Papa: Cristo è risorto, guardiamo con fiducia a tutto quanto ci accade

La Risurrezione di Cristo è messaggio di speranza per tutti. Papa Francesco, al Regina Coeli, ricorda che sono state le donne le prime testimoni del mistero della salvezza, premiate per la loro fedeltà e dedizione. Il mandato missionario coinvolge poi Pietro e gli apostoli e l’annuncio raggiunge tutta la terra. Che la fede nel Risorto, dice Francesco, incoraggi soprattutto quanti sono oggi nella sofferenza.

Leggi tutto su www.vaticannews.va

Pasqua a porte chiuse

 

Quest’anno la nostra Pasqua è stata “A porte chiuse”. Come anche il nostro vescovo Oscar ci fa notare, non è stata la prima volta; anche nel giorno della Resurrezione di Gesù, la prima Pasqua Cristiana, le porte del luogo dove si trovavano i discepoli del Signore erano chiuse, per timore dei Giudei.  Gesù però appare in mezzo ai suoi tra la meraviglia e la commozione di tutti. Il suo saluto ”Pace a voi”, il suo dono di Pace e la sua presenza rianimano immediatamente i discepoli sfiduciati ed affranti dalla sua morte. Questi uomini si riaprono ad una vita nuova.
Leggi tutto

 

Urbi et Orbi, il Papa: no ad egoismo e divisione, è il tempo della solidarietà

Dopo la Santa Messa Francesco ha impartito la tradizionale benedizione del giorno di Pasqua. Nel suo messaggio è tornato a chiedere un cessate il fuoco globale e immediato e lo stop alla fabbricazione di armi. Quindi ha invocato la resurrezione di Cristo sulla crisi sanitaria e le tante emergenze dimenticate

Leggi tutto su www.vaticannews.va

Ciao a tutti! Oggi pubblichiamo un video di Martina! Potete se avete voglia preparare più di un cestino e lasciarlo fuori dalla porta del vostro vicino di casa che magari è solo!

Scaricalo qui

La Libreria Editrice Vaticana pubblica on line le meditazioni della Via Crucis

E’ possibile scaricare gratuitamente i testi che verranno letti durante celebrazione del Venerdì Santo in programma sul sagrato della Basilica di San Pietro.

Il percorso rappresenta un invito alla riflessione sulla vita e sulla disperazione che scorre nelle carceri, un mondo molto caro a Papa Francesco. Si tratta di quattordici persone che, raccogliendo l’invito del Pontefice, hanno meditato sulla Passione di Nostro Signore Gesù Cristo rendendola attuale nelle loro esistenze.

Scaricali QUI


Scaricate qui il video che i vostri animatori hanno voluto dedicarvi per coinvolgervi nella loro proposta di Talent.
Contattate il n. 3661091542 per avere maggiori informazioni e per inviare le vostre performance
Caricate i video sul vostro drive ed inviateci via WhatsApp il link per poterli scaricare.

Una riflessione….

Questa settimana alla nostra richiesta, sono
giunte due riflessioni

…in queste settimane in cui fisicamente siamo lontani, se vogliamo, possiamo mandare qualche messaggio, domanda, riflessione personale che vogliamo condividere poi su La Brezza, utilizzando il cellulare del don (3386879387) oppure la mail sanlorenzoabbadia@gmail.com

Siamo giunti anche quest’anno al termine della Quaresima. Questo tempo ci ha aiutato a poco a poco ad avere i contorni del discepolo. Ci siamo trovati chiusi in casa, ci sono mancate le relazioni con gli altri e la loro vicinanza, come gli abbracci e i sorrisi, ma non ci è mancato il tempo della lotta spirituale nei confronti delle nostre pulsioni e
suggestioni che stanno nel profondo del nostro cuore e che diventano per noi tentazioni che ci seducono.  Lo spazio dell’incontro tra Dio e l’uomo è proprio il nostro cuore, spesso incallito da ciò che ci affascina di più e spesso lontano dall’ascolto della Parola di Dio. Ecco allora che questo tempo ci ha permesso di essere testimoni in casa, con i nostri vicini e con i volontari, e di avere una fede più cosciente e aperta alla carità verso gli altri. Buona Settimana Santa a
tutti voi. Ciao Etta.
****
Buongiorno Don Fabio, come sta ? Io qua a casa tutto bene, anche se la voglia di incontrare i miei amici , andare a scuola, andare a messa, andare a catechismo ecc. è tanta!! Questi giorni sono molto ripetitivi, però la cosa positiva è che utilizzando il tempo che ho a disposizione, posso stare molto più tempo con la mia famiglia e fare le cose che non
potevo fare,ad esempio cucinare con le mie sorelle e mia mamma e anche che ora ci sono molto meno impegni!! Un abbraccio da Elisa!!

Coronavirus, la preghiera di un vecchio vestito di bianco

Le immagini – magnifiche e terribili – del Papa solitario in preghiera in una piazza San Pietro deserta e surreale non solo passeranno alla storia, ma nella storia stessa non hanno alcun precedente: né per drammatica bellezza, né per forza evocativa. Sembrava che le forze del Cielo e della Terra si fossero messe d’accordo per concorrere ad allestire uno scenario apocalittico: il buio che scende eppure anche una luce che resiste, la pioggia, il silenzio. E un solo essere umano presente: il Vicario di Cristo. Il Pontefice, termine che definisce colui che “fa da ponte” fra gli uomini e Dio.

Leggi tutto

Forti nella tribolazione
Scarica qui il libro con preghiere e parole del Papa

Il volume digitale è disponibile gratuitamente sul sito della Libreria Editrice Vaticana (LEV) attraverso il link riportato nel titolo. L’iniziativa editoriale vuole mantenere vivo il senso di comunità messo duramente alla prova dall’ emergenza sanitaria attuale. Un piccolo aiuto per saper scorgere la vicinanza e la tenerezza di Dio in questo periodo fatto di dolore, sofferenza, solitudine e paura. Si presenta così ‘Forti nella tribolazione’(scaricalo qui ), il libro pensato dal Dicastero per la Comunicazione della Santa Sede che a partire da oggi è disponibile gratuitamente sul sito internet della Libreria Editrice Vaticana. Basta solo qualche click per poterlo scaricare in formato digitale ricevendo così un compendio ausiliario per condividere, meditare e pregare assieme.

Coronavirus, le norme per celebrare la Settimana Santa

La Congregazione per il Culto Divino stabilisce in che modo organizzare i riti del momento centrale per la fede cristiana nei Paesi colpiti dal Covid-19. Dove sono in vigore restrizioni, non sarà possibile riunire i fedeli in assemblea. Sarà una Pasqua dolorosamente diversa per tutta la cattolicità e le chiese vuote di quest’ultimo periodo ne sono il simbolo. La pandemia da Coronavirus ha richiesto al dicastero vaticano del Culto Divino l’elaborazione di un Decreto con le “indicazioni generali” da seguire nell’organizzazione delle celebrazioni che vanno dalla Domenica delle Palme a quella di Pasqua.  Un documento che aggiorna quello pubblicato il 19 marzo scorso, si è reso necessario – si legge – in considerazione del “rapido evolversi della pandemia” e “tenendo conto delle osservazioni pervenute dalle Conferenze Episcopali”

Leggi tutto su www.vaticannews.va

Un pensiero…

…in queste settimane in cui fisicamente siamo lontani, se vogliamo, possiamo mandare qualche messaggio, domanda, riflessione personale che vogliamo condividere poi su La Brezza, utilizzando il cellulare del don (3386879387) oppure la mail sanlorenzoabbadia@gmail.com

Questa settimana al nostro invito,  è pervenuto un altro pensiero…

Buongiorno don come sta? Io sto abbastanza bene, a me manca un po’ il gruppo del catechismo, la messa “vera” e uscire di casa qualche volta al giorno; le mie giornate sono sempre uguali, lei come sta vivendo questo momento? Io con un po’ di noia ma andiamo avanti sperando che tutto migliori e finisca al più presto o che si trovi la cura per questo virus. La saluto, grazie di avermi permesso di scriverle e parlare un po’ di questo momento arrivederci da Valentina.

Ciao, Valentina. Mi ha fatto tanto piacere sentirti, anche perché mi mancate tanto! Mi mancate tutti e mi manca ciascuno di voi. Mi mancano tanto i vostri sorrisi, la vostra spontaneità, la curiosità delle vostre domande e l’intelligenza vivida dei vostri contributi. Mi manca, guarda un po’, anche il vostro “casino”, quello che fate quando parlate tutti insieme o quando vi muovete in modo rumoroso. Mi mancano i momenti seri, quelli di preghiera insieme, alle sante Messe, e spero che il Signore ci concederà di poterli riprendere presto; solo ora che ci sono stati negati, comprendiamo quanto siano preziosi e quanto siano indispensabili per la nostra felicità. Cerco di vivere questo periodo provando a impiegare bene il tempo che abbiamo, sforzandomi di leggere, di studiare qualcosa che di solito non riesco perché sono troppo impegnato. Trovo il tempo per cercare di essere vicino a chi magari è solo, con una telefonata o con un piccolo messaggio; a volte basta poco per essere vicini a qualcuno ed aiutarlo a sentire meno la solitudine. Poi trovo il tempo per pregare, per me, ma soprattutto per chi in questo periodo sta soffrendo o fa fatica per mille ragioni. La preghiera è quello strumento che annulla le distanze e ci permette di essere più vicini ed utili gli uni agli altri. Termino questa mia risposta con un suggerimento: proviamo insieme, anche se distanti, a chiederci, in
ogni momento, non quello che gli altri devono fare per noi, ma quello che noi possiamo fare per gli altri. E’ il modo più bello per impiegare al meglio il nostro tempo. Un caro augurio ed un arrivederci a presto. Ciao! Don Fabio

 

Il Papa prega per la fine della pandemia: Dio, non lasciarci in balia della tempesta

Francesco ha presieduto uno storico momento di preghiera sul sagrato della Basilica di San Pietro con la piazza vuota, ma seguito dai cattolici di tutto il mondo, sempre più minacciato dalla diffusione del Covid-19. “Signore, benedici il mondo, dona salute ai corpi e conforto ai cuori”, sappiamo “che Tu hai cura di noi”, ha detto prima dell’adorazione del Santissimo Sacramento e della Benedizione Urbi et Orbi, alla quale è stata annessa la possibilità di ricevere l’indulgenza plenaria.

Leggi tutto su www.vaticannews.va

Una preghiera nel tempo della fragilità

O Dio onnipotente ed eterno, ristoro nella fatica, sostegno nella debolezza: da Te tutte le creature ricevono energia, esistenza e vita. Veniamo a Te per invocare la tua misericordia poiché oggi conosciamo ancora la fragilità della condizione umana vivendo l’esperienza di una nuova epidemia virale.

Leggi tutto e prega

Via Crucis dalla chiesa di Abbadia Lariana del 20 marzo 

Venerdì di Quaresima con la Via Crucis celebrata ad Abbadia Lariana. L’appuntamento può essere seguito collegandosi via Internet su youtube

Clicca qui

Celebrare e pregare in tempo di epidemia

Per favorire un ascolto orante della parola di Dio, condotti per mano dalla liturgia della Chiesa e dal cammino dell’Anno liturgico, viene offerto questo sussidio, che di settimana in settimana si arricchirà di testi e riflessioni.
Ogni domenica verrà proposta una scheda per la preghiera e la riflessione personale o familiare in sintonia con la liturgia del giorno. Saranno inoltre offerti altri testi per la preghiera.

Scarica qui l’opuscolo

Prime comunioni e Cresime rimandate al 2021

Nella nostra Parrocchia è stato deciso di rimandate al prossimo anno le Prime comunioni e le Cresime

Coronavirus: grazie al web, preti lontani ma vicini

Dal Nord al Sud d’Italia i sacerdoti convivono con il drammatico paradosso di dover restare vicini alla gente senza aumentare il contagio e trovano risposta nella prossimità digitale. Don Paolo Padrini, diocesi di Tortona: “È un dono dello Spirito”. Sacerdoti costretti ad ammettere che la prossimità significa oggi irresponsabilità e voler bene alla propria comunità significa tenerla lontana. È questo il paradosso drammatico che si vive in questi giorni nelle parrocchie delle diocesi italiane per l’epidemia del virus Covid-19 che ha spinto la Conferenza episcopale italiana ad adeguarsi ai decreti governativi sospendendo tutte le cerimonie religiose. Mentre in molte province aumentano contagi e decessi, i parroci e i preti, consapevoli della loro missione, cercano nuove forme di pastorale nei mezzi digitali, incentivando la preghiera, decisi in questi giorni drammatici a restare in prima linea con la fantasia dettata dallo Spirito.

La Chiesa che corre sui fili della rete

E’ la Chiesa 2.0, la Chiesa che dinanzi alla pandemia del coronavirus individua soluzioni e mette a fuoco anche la funzionalità dei social network, strumenti che nella solitudine ci fanno scoprire il senso della comunità, che uniscono nell’ascoltare un Rosario, che permettono la consolazione dell’adorazione eucaristica.

Leggi tutto su www.vaticannews.va

Servizio volontario di spesa e medicinali a domicilio per anziani

L’amministrazione comunale, la Parrocchia di San Lorenzo e la Parrocchia di Sant’Antonio in Crebbio e il gruppo comunale di Protezione Civile “Don Battista Cossali” in collaborazione con i negozi alimentari e la Farmacia Lariana organizzano un servizio di consegna a domicilio della spesa e dei farmaci.

Scarica qui il modulo con i dettagli per la spesa ed i numeri utili

Scarica qui il modulo per la consegna dei farmaci

Con amore paterno

Carissimi parrocchiani,
le misure prese opportunamente dall’autorità civile per il contenimento del virus Covid 19 non si vanno attenuando ma piuttosto inasprendo. La situazione si va facendo sempre più complicata. La sospensione forzata delle iniziative religiose e sociali può contribuire a rendere più triste, faticosa e complicata la gestione della nostra vita quotidiana. Non dobbiamo però dimenticare l’ osservanza delle norme che ci vengono tassativamente indicate: è il segno del rispetto che abbiamo per la nostra salute e per quella delle persone che ci circondano e alle quali vogliamo davvero bene.

Leggi tutto

La scatola dei regali della buonanotte….

Leggi questa favola e prova anche tu a realizzare la tua scatola!

Il piccolo folletto Dream era allegro e spensierato e trascorreva le sue giornate a giocare e a divertirsi con i suoi amici folletti e insieme a tutti gli abitanti del sottobosco. La sera cenava con i deliziosi piatti che gli cucinava mamma Fata Verde e andava a dormire per svegliarsi carico di energia il giorno dopo. Una sera accadde un fatto strano, il piccolo Dream non riusciva a prendere sonno e mamma Fata gli raccontò una bellissima storia, che lo fece addormentare in un battibaleno.

Leggi tutto

Così il Signore sogna il volto dell’uomo

Dall’abisso di pietre al monte della luce, dalle tentazioni nel deserto alla trasfigurazione. Le prime due domeniche di Quaresima offrono la sintesi del percorso che la vita spirituale di ciascuno deve affrontare: evangelizzare le nostre zone d’ombra e di durezza, liberare tutta la luce ed il bene presenti in noi. In noi che siamo, assicura Gesù, luce del mondo. Guardate a lui e sarete raggianti e non avrete più volti oscuri e tristi, cantava il salmista.

Leggi tutto

Un pomeriggio nei boschi

Lo scorso mercoledì alcuni ragazzi  dell’oratorio di Abbadia e il Don hanno sconfitto questo periodo di fermo dalle attività didattiche e ludiche, sfruttando la bellissima giornata dal clima quasi primaverile, per una passeggiata addentrandosi  nei nostri boschi. Anche una semplice uscita in compagnia può essere d’aiuto e di unione in un periodo di restrizioni e divieti, ringraziamo il Signore per averci accompagnato durante questa bellissima giornata.

 

Coronavirus, messe sospese in tutte le parrocchie della diocesi

L’epidemia del coronavirus “ferma” in tutte le chiese della diocesi di Como, come del resto in quelle della diocesi di Milano, anche le celebrazioni religiose comunitarie, a iniziare dalle messe.
A seguito dell’ordinanza emanata dal presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, di concerto con il ministro della Salute Roberto Speranza, il vescovo di Como monsignor Oscar Cantoni ha infatti disposto “la sospensione delle celebrazioni eucaristiche con  concorso di popolo, nonché di ogni evento di aggregazione comunitario a partire dall’orario vespertino di domenica 23 febbraio e fino a data da definire a seguito dell’evolversi della situazione”.
Scarica qui la Lettera alla Diocesi di Mons. Oscar Cantoni

 

La Benedizione delle famiglie

L’annuale benedizione non è per il sacerdote un appuntamento «di tradizione», bensì piuttosto una preziosa occasione che ha per intessere relazioni non solo con chi frequenta abitualmente la parrocchia, ma anche e soprattutto con coloro non la praticano. Gli incontri che si prospettano sono sempre troppo brevi, anche se a volte basta veramente poco per aprirsi un po’ gli uni agli altri. Questa è l’occasione di vedere di persona: studenti, lavoratori, giovani, adulti, anziani, famiglie; è il momento per recitare insieme una preghiera e invocare dal Padre la sua benedizione per mezzo dell’acqua santa in ricordo del battesimo che ci rende tutti fratelli e sorelle nella fede. Come di consueto troverete nella cassetta della posta il messaggio con il giorno e l’ora del passaggio di Don Fabio.
Per segnalare eventuali assenze e fissare un nuovo appuntamento per la benedizione potete inviare un messaggio con il vs. recapito telefonico a: fabio.molteni156@alice.it

 

Casa del Giovane Pian dei Resinelli

Lo scorso fine settimana 20 ragazzi delle medie dell’oratorio di Abbadia e Crebbio sono stati protagonisti di un’esperienza di due giorni ai Piani Resinelli, guidati da un gruppo di 12 animatori, dal Don e da tre collaudatissimi cuochi. La tematica guida dei due giorni sono stati i “talenti” che Dio dona a ciascuno di noi, chiamandoci a farli fruttare per il nostro bene e per rendere migliore il mondo e la vita degli altri. Il titolo “Una scia di luce” vuole significare che chi ama mettendo a frutto i “talenti” lascia sempre agli altri un esempio positivo da seguire. Si sono alternati momenti di riflessione, di gioco, di preghiera, ma anche di lavoro in uno spirito di grande collaborazione e di rinnovata amicizia. I ragazzi si sono dimostrati entusiasti e ansiosi di ripetere l’iniziativa…ancora una volta tutti insieme. Speriamo di poter ripetere l’esperienza in attesa dei richiestissimi campi estivi!                                                Il Don e gli animatori

 

Altroché fioretto!

E’ ancora Quaresima…Gira che ti rigira, dopo Pasqua, Pentecoste, Patrono, Avvento e Natale, ecco di nuovo questo strano periodo dell’anno senza “feste” (ma con penitenze e digiuni!).

Sì, è l’ennesima Quaresima. La solita, esigente Quaresima. Una fila di quaranta giorni da trascorrere -ahinoi-  “seriamente”. Una tragedia! “Ma come! La vita già così è uno stress e dovremmo aumentare preghiere e buone azioni, astenendoci da carni e divertimenti? Sei settimane pesanti, senza allegria!.. Come si fa?”.

Leggi tutto

Il giorno di Santa Apollonia, domenica di festa ad Abbadia Lariana

Il parroco don Fabio: “Guardando alla vita della nostra compatrona possiamo trovare la risposta a una serie di domande”

Una bella giornata di sole, un clima decisamente accettabile, tante bancarelle dislocate tra il lungolago e il parco di “Chiesa rotta”, l’opportunità di conoscere attività e iniziative di associazioni e istituzioni attive sul territorio comunale (tra le altre, la scuola dell’infanzia “Casa del bambino”) e un doveroso spazio per la riflessione e la preghiera. Poi ancora la possibilità di gustare apprezzate specialità gastronomiche e prodotti tipici, di lasciarsi tentare dallo zucchero filato, di visitare il Civico museo setificio e di godersi il lago a bordo del battello che per buona parte della giornata ha fatto la spola tra le due sponde del ramo lecchese del Lario, attraccando oltre che ad Abbadia anche ai pontili di Onno, Vassena, Limonta e Mandello, e – non ultimo – il desiderio di incontrarsi in amicizia e cordialità, magari proprio tra un acquisto e un altro a questa o quella bancarella, e di fare due chiacchiere. Sono gli “ingredienti” principali della festa di Santa Apollonia, compatrona di Abbadia Lariana, che oggi ha richiamato in paese (e sarà così fino al tardo pomeriggio) anche numerosi visitatori provenienti dai centri vicini, così come da Lecco, dalla Brianza e appunto dalla sponda opposta del lago.

Leggi tutto nell’articolo di Claudio Bottagisi

Sale, Monte, Lucerna

Oggi, 9 febbraio, una delle feste più importanti della nostra comunità parrocchiale ci riporta al fulcro più importante della nostra vita: la Fede. Per Fede S. Apollonia diede la vita nel martirio, pur di non rinnegare l’amore di Dio. Anche il vangelo di questa domenica ci riporta con tre elementi naturali a riscoprire il Signore Gesù e a testimoniarlo con la nostra vita.

Leggi tutto

Festa di Santa Apollonia tra riti, gastronomia, bancarelle e gite in battello

Domenica 9 febbraio, per Abbadia Lariana il giorno della tradizionale festa di Santa Apollonia. L’appuntamento vede ogni anno una numerosa partecipazione, per una giornata dal sapore decisamente  particolare: venerazione della compatrona, bancarelle, piatti tipici della gastronomia lariana e gite in battello.

La ricorrenza ha come noto origini antiche e richiama le popolazioni dei paesi vicini che si affacciano sul lago (Mandello e Oliveto Lario in particolare) ma anche visitatori provenienti dalla Brianza e dalla Bergamasca.

Per Santa Apollonia la comunità cristiana si ritrova e invoca la martire, protettrice dei denti e della gola, con cerimonie religiose e con il bacio della reliquia.

A coronamento della festa viene organizzata la tradizionale fiera, con numerose bancarelle che troveranno posto sul lungolago di Abbadia.

Leggi tutto nell’articolo di ClaudioBottagisi

Santa Apollonia

S. Apollonia subì il martirio per la fede durante la persecuzione di Decio nel III secolo. Così scriveva l’allora Vescovo di Antiochia: « I cristiani vengono arrestati, imprigionati, privati d’ogni alimento, tolti dalle proprie famiglie, e perciò i genitori divisi dai figli e i figli dai genitori. Alcuni sono esiliati, altri stritolati sotto le ruote e moltissimi precipitati nelle fornaci ardenti od esposti alle fiere. Se i denti delle belve o l’ardore delle fiamme qualche volta li risparmiarono, è sempre pronta la spada che taglia la loro testa. Affermare di essere cristiano basta per incontrare i più terribili tormenti ».

Leggi tutto

La Giornata della Vita

Il 2 febbraio la Chiesa Italiana celebra la GIORNATA DELLA VITA. Anche la nostra comunità Parrocchiale di Abbadia festeggia questa ricorrenza che vuole spingerci a riflettere su come la vita non sia un oggetto da possedere, ma una promessa di bene da assecondare e da vivere in pienezza, grati a Dio che ce l’ha donata; per questo invitiamo tutti i bambini (con le loro famiglie, ovviamente), battezzati nella nostra comunità parrocchiale nel corso dell’anno solare 2019, a partecipare alla S. Messa delle ore 10.30 di domenica 2 Febbraio 2020. Per  ingraziare, con i genitori, il Signore Gesù, per il dono della vita.

La Festa della Pace

In occasione della festa della Pace, prendiamo spunto da ciò che Papa Francesco ci dice: Ogni guerra, in realtà, si rivela un fratricidio che distrugge lo stesso progetto di fratellanza, inscritto nella vocazione della famiglia umana“, questo è l’accorato e pressante l’invito che scaturisce dal messaggio di PAPA FRANCESCO per la 53° Giornata mondiale della Pace sul tema “La Pace come cammino di speranza”. La pace è “…un cammino”, oggetto di speranza da fondare sulla consapevolezza che siamo tutti fratelli – per cui ogni guerra è fratricidio – e sulla memoria del male fatto e subito, ed è in definitiva, “…un lavoro paziente di ricerca della verità e della giustizia” per il perseguimento del bene comune che non consente lo sfruttamento dell’altro, né della natura.

Leggi tutto

Crebbio benedice gli animali. Il parroco: “Il Signore li mette al nostro servizio”

Foto e articolo di C. Bottagisi

La tradizione si ripete da decenni, sempre in concomitanza con la ricorrenza patronale della frazione di Abbadia Lariana. E ogni anno, appunto nei giorni della festa di Sant’Antonio abate, in molti sono soliti raggiungere Crebbio per la benedizione degli animali, posti in tal modo sotto la protezione del santo.
Il rito si è rinnovato oggi pomeriggio sul sagrato della chiesa parrocchiale

Leggi tutto

E’ importante essere battezzati da bambini, si riceve lo Spirito Santo

Battezzare un figlio è un atto di giustizia, per lui. E perché? Perché noi nel Battesimo gli diamo un tesoro, noi nel Battesimo gli diamo un pegno: lo Spirito Santo. Il bambino esce con la forza dello Spirito dentro: lo Spirito che lo difenderà, lo aiuterà, durante tutta la vita. Per questo è così importante battezzarli da bambini perché crescano con la forza dello Spirito Santo.

Leggi tutto su www.vaticannews.va

I Magi ad Abbadia Lariana. “Ricalchiamo le loro orme, andiamo a cercare Dio”

Una festa nel segno dei Magi, giunti oggi pomeriggio ad Abbadia Lariana a bordo di una “Lucia”, la più caratteristica tra le barche lariane. Una festa tradizionale e al tempo stesso con l’apprezzata novità appunto dell’arrivo dal lago dei tre Re, che poi sul sagrato della parrocchiale hanno distribuito doni e caramelle ai più piccoli.

Leggi tutto

Epifania, il Papa: la vita cristiana è una storia d’amore con Dio

“Adorare è un gesto d’amore che cambia la vita”. L’omelia di Papa Francesco nella Solennità dell’Epifania del Signore, ruota innanzitutto intorno alle figure dei Magi ed Erode, metafore di due diversi cammini. Il traguardo del percorso dei Magi è adorare Dio poiché questo, afferma il Pontefice, “è il senso di marcia della vita cristiana”: “un cammino verso il Signore, non verso di noi”. Erode, invece, adora solo sé stesso. Cosa ci insegna questo?

Leggi tutto su www.vaticannews.va

Le solite cose…

Eh già, che barba.. Ma chi ce lo ha fatto fare di presenziare anche quest’anno alla Messa di Natale? L’ascolto del Vangelo? La solita storiella della nascita di Gesù, con i soliti angeli, i soliti pastori e la solita mangiatoia? Alle messe di Natale, si sono ascoltate sempre le stesse letture. In quelle dell’Ottava, uguale. Nella messa di Capodanno, pure. Epifania, idem. Ogni volta si sentono sempre le solite cose…

Leggi tutto

MESSAGE TITLE

ADD_CONTENT_HERE

Messaggio di Natale del Papa: Cristo sia luce per i bambini vittime della guerra

La grande luce profetizzata da Isaia è Gesù, che il Padre ci ha “dato per sempre”, “piccola fiammella accesa nel buio”, “Parola di Dio fatta carne” che “continua a chiamare gli schiavi di ogni tempo ad uscire dalle loro prigioni”. Questa luce di Cristo è più grande delle tenebre “nei cuori umani”, “nelle relazioni” e nei “conflitti economici, geopolitici ed ecologici”. E’ il cuore del messaggio di Natale di Papa Francesco comunicato al mondo dalla Loggia delle benedizioni della Basilica di san Pietro in uno splendido ma freddo giorno di sole.

Leggi tutto su www.vaticannews.va

L’annuncio del Vangelo nel mondo secolarizzato

Nel recente discorso alla Curia il Papa ha ricordato che non viviamo più nella cristianità e ha parlato della necessità della conversione pastorale e della radice dell’essere autentici missionari

Leggi tutto su www.vaticannews.va

Il significato del Natale

Quasi tutti in questo periodo parlano del Natale: tanti però preferiscono non approfondire il significato originario, quello più autentico e vero, di questa festa. Molti infatti si preoccupano quasi esclusivamente dei regali, senza però andare oltre; Natale per queste persone è la festa dello shopping, del dono che ci si fa reciprocamente, senza chiedersi il perché, il senso di questo scambio di doni…

Leggi tutto

Dare la vita per le persone concrete, amici e nemici

Dare la vita per una comunità concreta, con la gioia della Risurrezione e la passione per la gente, collaborando con i pastori nel servizio al popolo di Dio, nelle parrocchie, negli oratori, nelle carceri, con i poveri.

Leggi tutto su www.vaticannews.va

Il nostro Presepe

Il Papa, dopo essere andato in visita a Greccio, luogo dove S. Francesco d’Assisi realizzò il primo presepio, ha pubblicato un documento dove parla del presepio.  Vediamone insieme alcuni brani. Perché il presepe suscita tanto stupore e ci commuove? Anzitutto perché manifesta la tenerezza di Dio. Lui, il Creatore dell’universo, si abbassa alla nostra piccolezza. Il dono della vita, già misterioso ogni volta per noi, ci affascina ancora di più vedendo che Colui che è nato da Maria è la fonte e il sostegno di ogni vita. In Gesù, il Padre ci ha dato un fratello che viene a cercarci quando siamo disorientati e perdiamo la direzione; un amico fedele che ci sta sempre vicino; ci ha dato il suo Figlio che ci perdona e ci risolleva dal peccato.

Leggi tutto

Maria, Il Modello

Ecco l’immagine della Sacra Famiglia che appare sulla facciata della Chiesa Parrocchiale di San Lorenzo che ci accompagnerà fino alla Festa dell’Epifania

Ai nostri tempi rimane molto forte il fascino di una libertà “estrema”: “La vita è mia e me la gestisco io”, sembrano affermare molti; rifiutando ogni tipo di “interferenza”, persino quella di Dio. Al contrario, duemila anni fa una ragazzina di Nazareth era convinta che il suo “corpo” -la sua persona- doveva affidarsi ad un Altro. Così ha fatto, con tutte le conseguenze del caso: il Redentore è venuto sulla terra e lei è diventata Regina del Cielo, Madre di tutti e, tra le altre cose, Modello di vita. Proprio quest’ultimo appellativo, però, è stato fortemente stigmatizzato. Da molti, Maria è stata additata a modello di come una donna non dovrebbe essere. Cioè, silenteremissiva,inerme; che si sottomette al suo Dio senza batter ciglio; una macchietta senza volontà; una serva, come ammette Lei stessa… Come può essere confutata questa critica? Con il Vangelo di oggi. Proviamo a scandagliarlo….

Leggi tutto

Avvento: Gesù viene ogni giorno

A differenza dell’anno civile, che si limita ad una successione di giorni, settimane, mesi, l’anno liturgico (che comincia con questa domenica) “ha un’anima”; esso, infatti, è composto da momenti tra loro intimamente collegati e caratterizzati ciascuno dall’attenzione a un aspetto particolare della fede. Come sempre tuttavia, a prescindere dal vangelo che si segue, l’anno “con l’anima” comincia con il tempo di Avvento. Avvento, cioè “venuta”, alludendo alla triplice venuta di Cristo.

Leggi tutto

Verso il Natale

Per salvare il Natale dobbiamo riaprire i vangeli. Si tratta di passare dal Natale finto, festa di compleanno senza festeggiato, al Natale vero, attraverso quel gesto destabilizzante che i Vangeli chiamano conversione.  Non viviamo tempi facili, lo scoraggiamento è alle stelle. Tra affetti frantumati e paure di amare rischiamo di crollare e di arrenderci.

Leggi tutto

La Chiesa soffre con le famiglie ferite, gli sposi siano missionari

E’ un forte invito a rinnovare la Chiesa perché diventi una rete capillare di famiglie che annunciano il Vangelo quello che il Papa ha rivolto stamani ricevendo in udienza i circa 400 partecipanti al corso promosso dal Tribunale della Rota Romana. Francesco sottolinea anche che la Chiesa è vicina ai coniugi in crisi, da non trattare con approccio meramente burocratico.

Leggi tutto su www.vaticannews.va

Lavoretti Natalizi

Domenica 24 novembre i nostri ragazzi si sono cimentati nella composizione di addobbi natalizi. Si è registrata una nutrita affluenza ed i risultati del lavoro hanno dato soddisfazione ai partecipanti che hanno prodotto due tipi di palline (una di stoffa con tecnica patchwork ed una con la tecnica del decoupage) ed un alberello da appendere ai rami dell’albero di Natale.

Vai all’articolo

Anniversari di Matrimonio 2019

“Riviviamo la bellezza dell’amore”

“Che senso ha festeggiare comunitariamente gli anniversari di matrimonio? Prendo a cuore questa domanda e sfrutto l’occasione per sottolineare alcuni valori a cui tengo particolarmente. Innanzitutto è importante festeggiare l’anniversario di matrimonio. C’è il rischio, con il passare degli anni, di trasformare il giorno delle nozze in una vita di abitudini, dove l’amore invecchia e perde vitalità. Certo non è festeggiando l’anniversario che cambia qualcosa, ma questo è il segno che ogni tanto occorre fermarsi, fare festa e ridirsi con le parole e i gesti la bellezza dell’amore”.

Leggi tutto nell’articolo di Claudio Bottagisi

Perché festeggiare gli Anniversari di Matrimonio

Perché festeggiamo gli Anniversari di Matrimonio

La riflessione di questa settimana nasce da una domanda che mi è stata fatta: “che senso ha festeggiare comunitariamente gli anniversari di matrimonio, considerando che ci siamo sposati in giorni diversi e che il matrimonio riguarda la mia famiglia? Prendo seriamente questa domanda e sfrutto l’occasione per sottolineare alcuni valori che mi stanno molto a cuore. Anzitutto è importante festeggiare l’anniversario di matrimonio. C’è il rischio, con il passare degli anni, di trasformare il giorno del Matrimonio in cui pieni di emozione e di gioia e per qualcuno commossi con le lacrime agli occhi, in una vita di abitudini dove l’amore invecchia e perde vitalità….

Leggi tutto

Ricordiamo….

Agli inizi di novembre è tornata alla casa del Padre Madre Silvana Crippa;prestò servizio ad Abbadia nella Comunità delle Suore Mantellate presso l’Asilo. Di giorno impegnata con i bambini, alla sera e alla domenica con le ragazze, le adolescenti, le giovani perché di fatto l’oratorio femminile era presso le Suore. Catechismo, giochi, corsi di cucito, filodrammatica furono le iniziative che portava avanti instancabilmente.

Leggi tutto

Giornata mondiale dei poveri

Il Papa, ha introdotto nella Chiesa la “Giornata mondiale dei poveri” che quest’anno si tiene domenica 17 novembre. Ecco un breve commento al messaggio del Papa.  “Incontriamo ogni giorno – si legge nel testo – famiglie costrette a lasciare la loro terra per cercare forme di sussistenza altrove; orfani che hanno perso i genitori o che sono stati violentemente separati da loro per un brutale sfruttamento; giovani alla ricerca di una realizzazione professionale a cui viene impedito l’accesso al lavoro per politiche economiche miopi; vittime di tante forme di violenza, dalla prostituzione alla droga, e umiliate nel loro intimo.

Leggi tutto

Il Papa all’Angelus: non c’è vita dove c’è egoismo

Commentando il brano del Vangelo proposto dalla liturgia, Papa Francesco all’Angelus parla della risurrezione. La dimensione terrena non è l’unica, dice, bisogna essere in attesa dell’al di là. Dio ama la vita e la vita, afferma ancora il Papa, è dove ci sono “relazioni vere e legami di fedeltà”

Leggi tutto su www.vaticannews.va

Il Battesimo

Non voglio che mio figlio riceva il Battesimo, quando sarà grande ci penserà lui, se vorrà… ma cosa dona veramente il Battesimo? Ecco una breve riflessione. Questi sono i giorni dei regali. Il primo dono l’avete fatto voi: è la vita che avete dato al vostro bambino, un miracolo che è sbocciato sotto i vostri occhi. La decisione che avete preso è la più impegnativa che la mente umana possa immaginare. Decidere di avere un figlio è una cosa bellissima ma anche una grande responsabilità. Avete detto ad una persona che non esisteva: “adesso tu esisti, perché io lo voglio”. Riuscite ad immaginare qualcosa di più grande?

Leggi tutto

Domenica 10 novembre è la giornata di promozione del “Settimanale”, il periodico ufficiale della nostra diocesi. Così scrive il direttore, Don Angelo Riva. E’ un’edizione in tutti i sensi speciale quella del nostro Settimanale che esce dalla rotativa questa settimana. Speciale perché come tradizione in occasione del lancio della campagna abbonamenti, il giornale viene diffuso in tiratura più che raddoppiata, per arrivare a tutta la diocesi ed entrare in tutte quelle case dove ancora non è conosciuto. Speciale perché ospitiamo un inserto che scandaglia a fondo il senso e la storia delle nostre missioni diocesane. Speciale perché abbiamo scelto, come timone di questa edizione, di mettere a fuoco un tema scottante e delicato: l’abuso di alcol tra i giovani con un’approfondita inchiesta che ne svela i diversi aspetti. Speciale perché, nonostante i mezzi limitati di cui disponiamo, questo è un numero “ordinariamente” ricco di contenuti e di spunti. Oggi come ogni settimana. Leggetelo!

La via per il Paradiso

Il sogno di mandare tutti in Paradiso è un sogno estremo, che contempla la perpetua indulgenza della comunione con Dio e con tutti i Santi: “Siamo un solo corpo, un solo Spirito” (Efesini 4,4).
Anche con coloro che non vivono più la vita terrena. Un mondo dove la solitudine è vinta. L’isolamento, l’abbandono, la paura, la violenza, la scomunica, il rigetto, ma soprattutto l’indifferenza e la diffidenza sono state sconfitte. Un corpo di solidarietà e di abbraccio dove ogni membro sia unito all’altro con l’unica giuntura dell’amore reciproco…

Leggi tutto

Dall’Oratorio

Domenica 10 novembre abbiamo trascorso insieme un’altra giornata in allegria. Nel pomeriggio, sebbene il tempo non fosse dei migliori, si sono svolti giochi all’aperto e i laboratori che hanno accontentato grandi e piccini, regalando il sorriso e grande soddisfazione a chi ha donato la propria giornata per rendere felici gli altri.
Vi aspettiamo al prossimo incontro.
Gli animatori

Ottobre Missionario

Il mese di ottobre è tradizionalmente dedicato alla riscoperta della dimensione missionaria all’interno della Chiesa. Il Papa nel suo messaggio “Battezzati ed inviati, la Chiesa di Cristo in missione nel mondo” ci invita a ricordare come nella nostra vita abbiamo ricevuto gratuitamente, con il Battesimo, il dono della fede e pertanto dobbiamo sentire in prima persona il compito di portarla a coloro che non la vivono più o non l’hanno mai ricevuta.

Leggi tutto

Volontari in Oratorio

Siete tutti invitati in Oratorio la sera di martedì 8 ottobre alle ore 20.45 per partecipare ad una riunione esplicativa delle attività che si svolgeranno nel corso del prossimo anno a partire dalla riapertura di domenica 13 ottobre p.v.
Da sempre l’Oratorio ha tra le sue colonne portanti i gruppi di volontari che con passione e devozione dedicano parte del loro tempo libero e le loro conoscenze ai bambini ed ai ragazzi. Senza di loro l’Oratorio non potrebbe operare, per questo è fondamentale l’aiuto di tutti quelli che si possono rendere disponibili.

Vi aspettiamo numerosissimi

 

Abbadia ha accolto don Fabio: “Eccomi, sono qui e cammineremo insieme”

ingresso don Fabio Molteni (47)“Siamo contenti, don Fabio, che tu sia giunto in mezzo a noi .
In questo periodo, dopo la partenza di don Vittorio, abbiamo sperimentato la mancanza di un pastore. Abbiamo colto che la presenza di un parroco in una comunità non è da considerare qualcosa di scontato o di dovuto, ma un dono prezioso che ci dà modo di fare esperienza concreta della misericordia di Dio, dell’ascolto della Parola, della grazia dei sacramenti. Ora accogliamo te  pronti a riprendere il cammino insieme. Ti assicuriamo il nostro impegno e la nostra preghiera affinché il tuo prezioso servizio sia sempre sostenuto dal Signore. L’augurio è che, insieme, possiamo costruire la nostra nuova comunità pastorale fondata sulla parola e sulla grazia del Signore, impegnandoci nel rispetto e con stima vicendevole”.

Leggi tutta la cronaca nell’articolo e fotografie di Claudio Bottagisi

Il bene comune non può essere dissociato dal bene di ogni individuo

papa udienza

L’umanità si trova ad affrontare sfide inedite per l’inarrestabile avanzamento tecnologico da cui sarà possibile trarre beneficio nella “misura in cui le nuove possibilità a disposizione saranno usate in maniera etica”. Con questa premessa, tratta dalla sua Enciclica Laudato Si’, Papa Francesco si rivolge ai partecipanti al seminario “Il bene comune nell’era digitale”, ricevuti in udienza.

Leggi tutto su www.vaticannews.va

Il grazie di Abbadia Lariana a don Vittorio: “Sei stato comprensivo e solidale”
11 agosto, don Vittorio (13)

“Stare con voi nove anni è stato molto bello. Ora però promettete di continuare così. State vicino e vogliate bene al nuovo parroco e siate sempre donne e uomini autentici”. Così don Vittorio Bianchi ha concluso oggi la celebrazione eucaristica in onore del patrono San Lorenzo. Una messa solenne partecipata e contrassegnata da momenti anche di autentica commozione per la concomitanza con il saluto della comunità pastorale di San Lorenzo e Sant’Antonio di Crebbio proprio a don Vittorio, prossimo a lasciare Abbadia Lariana.
“Dobbiamo vivere da gente contenta e soddisfatta sapendo che Dio è con noi”, aveva detto appena prima il sacerdote nel congedare i fedeli.

Leggi tutto nell’articolo di Claudio Bottagisi

Monsignor Fasani ad Abbadia: “Don Vittorio ha il profumo dell’umanità”

Monsignor Fasani, Abbadia 2019 (25)

Monsignor Bruno Fasani, prefetto della Biblioteca capitolare di Verona e direttore responsabile della rivista dell’Ana L’Alpino, è tornato sul Lario a pochi giorni dalla ricorrenza liturgica di San Lorenzo per salutare il parroco, prossimo come noto a lasciare Abbadia dopo nove anni, destinazione Visgnola di Bellagio. Con monsignor Fasani c’erano loro, gli alpini del gruppo di Mandello, legati a don Vittorio da un vincolo di schietta quanto sincera amicizia.

Leggi tutto nell’articolo di Claudio Bottagisi

La Trasfigurazione del Signore, luce che tutto illumina

trasfigurazione

Circa otto giorni dopo aver annunciato agli Apostoli la Sua Passione, Gesù si apparta con tre di loro che erano i suoi preferiti, o forse semplicemente i più pronti a vedere, e sale con loro su una montagna. Pietro, Giovanni e Giacomo qui hanno una visione di Gesù trasfigurato, cioè splendente di luce e di Gloria, mentre accanto a Lui compaiono anche Mosé ed Elia che parlano della prossima morte di Gesù a Gerusalemme….

Leggi tutto su www.vaticannews.va

Avvicendamento

 

 

don fabio molteniDon Fabio Molteni, accompagnato dal nostro Vescovo Mons. Oscar Cantoni, ha preso possesso della Comunità Pastorale Domenica 29 settembre 2019.
La celebrazione pubblica convocata in assemblea solenne per l’ingresso del nuovo Parroco traccia la missione specifica del Pastore: la celebrazione dei misteri di Cristo, l’annuncio della Parola di Dio, il rispetto e la cooperazione con il Vescovo, la celebrazione, con devozione e fedeltà, del Sacrificio eucaristico e del Sacramento della Riconciliazione, a lode di Dio e per la santificazione del popolo cristiano.
Un ritratto del nuovo Parroco

“Eccomi, sono qui e cammineremo insieme”

Leggi tutta la cronaca nell’articolo e fotografie di Claudio Bottagisi

 

 

testatalabrezza1

 

 

Carissimi, è giunto il momento di chiudere il nostro usuale rapporto tramite questo strumento ‘la brezza’. Esso si è rivelato in vario modo valido nell’ambito della Comunità.
Le celebrazioni liturgiche feriali e festive rispetteranno località ed orari consueti fino a Domenica 18 agosto.


CELEBRAZIONI PARTICOLARI

PIANI dei RESINELLI FESTA dell’ ASSUNTA
Lunedì – Martedì – Mercoledì – Giovedì 12 – 13 – 14 – 15 agosto
Celebrazione triduo e festa

FESTA ai CAMPELLI
Domenica 18 agosto ore 10.30  S. Messa al Santuario dell’Addolorata.
• Incanto canestri

Si è svolta l’Assemblea Straordinaria dell’Oratorio Pier Giorgio Frassati

orat
La sera del 16 luglio, presso la sede sociale, si è riunita l’Assemblea Straordinaria dei soci dell’Associazione Pier Giorgio Frassati, per discutere e deliberare sul seguente ordine del giorno:
• Modifica dello Statuto sociale;
• Varie ed eventuali.

Leggi tutto

Leggi qui gli obiettivi dell’Associazione

Buone vacanze

vacanze

Mi sembra bello e doveroso porgere gli auguri ai numerosi turisti che copiosi ci visitano in questi mesi estivi, di vacanza. Un primo auspicio lo traggo dalle parole di Papa Francesco: “Il turismo non sia ispirato ai canoni del consumismo o desideroso solo di accumulare esperienze, ma sia in grado di favorire l’incontro tra le persone e il territorio, e di far crescere nella conoscenza e nel rispetto reciproco”. Sia questo tempo allora aperto alla meraviglia, allo stupore della nostra terra; una serie di luoghi da scoprire e un patrimonio di natura, storia, arte, cultura e fede attendono lo sguardo di persone desiderose di entrare in contatto con la nostra gente e con le tante tradizioni, meraviglie e innovazioni che caratterizzano le nostre valli, montagne e litorale. L’augurio cordiale: “Sia questo tempo di vacanza un tempo ricco di ricerca e di scoperta”.

Ma che cultura è se ci scappa il morto?Fasani

Articolo da il Fatto di Bruno Fasani
Il 17 gennaio 2008 Renato Guarini, allora rettore dell’Università La Sapienza di Roma, aveva invitato Papa Benedetto XVI alla inaugurazione dell’anno accademico. Nei mesi precedenti, aveva comunicato la sua decisione al Senato accademico, incontrando le prime avvisaglie di ostilità. Papa Ratzinger, al termine della cerimonia, avrebbe dovuto rivolgere un saluto, in cui si parlava del corretto rapporto tra scienza e fede. Ma tanto bastò a sollevare polemiche infuocate. 67 docenti, più rappresentanti degli studenti, con un mirato fiancheggiamento da parte di giornali come Il Manifesto e Repubblica decisero che la cosa non si doveva fare. In nome della libertà ovviamente….

Leggi tutto

messe prefestive

Il cambiamento dei preti

presentazione bambini

Tempo di cambi, quindi, traslochi, non solo di mobili e libri, ma di addii e nuove partenze. Ma quale significato dare a questi eventi che accompagnano periodicamente e costantemente la vita delle Comunità? Come viverli nella fede e non solo come notizia che stimola la curiosità o, spesso, il pettegolezzo ecclesiastico? Ogni distacco ha una duplice dimensione. È fonte di sofferenza, perché infrange alcune relazioni umane….

Leggi tutto

Il Corpus Domini

corpus domini

Nel giorno di questa celebrazione a essere protagonista è Gesù, il prolungamento dell’Incarnazione. Cristo e l’Eucaristia, sono quindi lo stesso mistero. Avere fede che l’Eucaristia in quanto presenza viva di Cristo sia un mistero, è una condizione essenziale per accostarvisi con cuore puro. Il mistero, in quanto tale, va semplicemente accolto e contemplato con amore: per questo si è diffusa nei secoli la pratica dell’adorazione del Santissimo Sacramento, cioè di Gesù Eucaristia. L’Eucaristia racchiude l’opera di salvezza realizzata da Cristo e ci permette di pregustare la pienezza della sua gloria.

 

Grest 2019

ragazzi
Il GREST 2019 si è concluso con una grande festa

Anche per quest’anno si è conclusa, con la grande festa di fine Grest, la meravigliosa esperienza vissuta dai nostri ragazzi all’interno dell’Oratorio. Dopo esserci emozionati e divertiti vedendo quello che hanno fatto i nostri figli nelle due settimane trascorse in Oratorio, non vorremmo lasciarci sfuggire l’occasione per manifestare la nostra gratitudine agli animatori e a tutti i volontari…

Leggi tutto

 

 

Corpus Domini, la festa di Gesù che si fa pane

corpus domini

Festa della fede, perché la vivifica e la rafforza, ma soprattutto festa del Signore e dell’Eucaristia, il Corpus Domini – o come viene chiamata in alcuni Paesi, Corpus Christi – richiama alla memoria il mistero dell’Incarnazione e lo perpetua, perché Gesù resta sempre con noi

Leggi tutto su www.vaticannews.va

Raccolta viveri

mato grosso

Mercoledì 19 giugno dalle ore 15.00 alle ore 17.00 i ragazzi del Grest in collaborazione con i volontari del Mato Grosso passeranno tra le case in paese a raccogliere viveri per le missioni in America Latina. Sono consigliati i seguenti viveri: riso, scatolame , farina, zucchero, pasta, olio, alimenti per bambini. Per informazioni: Angelica 3481705429 – Camilla 3667430090

Linzanico, campaniletto rinnovato

campanile

I lavori al campaniletto a vela del 1700 della chiesa della Annunciazione in Linzanico sono stati ultimati. Si è dovuto eseguire il consolidamento e il restauro della struttura pericolante. Ora appare nella sua semplice bellezza pronto a svolgere la sua missione di sempre: richiamare al Signore la nostra vita. La chiesetta ci è raccontata negli annali del 1288. Sappiamo che ben presto si è dovuto cambiare l’orientamento in seguito a una catastrofe naturale, che pare abbia distrutto l’intera frazione. Viene rivolta verso la Moiana, perché la Madonna protegga Linzanico da altre alluvioni e disastri causati dall’instabilità della zona detta appunto della Moiana. Nel 1500 aveva già l’attuale orientamento. Tra il 1600 e il 1627 vengono eseguiti vari lavori e il Vescovo Lazzaro Carafino (1626 – 1665) la definisce “elegans oratorialum”. Le tele provengono dalla vecchia chiesa di San Lorenzo (Chiesa Rotta). Mi rivolgo alla sensibilità di tutti, soprattutto degli abitanti della frazione, per ottenere un contributo per i costi sostenuti.

La celebrazione del Battesimo

battesimoLe norme per la celebrazione del Battesimo ai bambini pubblicate sul notiziario ‘la brezza’ 1/2019,sono visionabili qui

Nel MESE di AGOSTO il Battesimo verrà celebrato:
• in San Lorenzo Sabato 03 alle ore 15.00
Gli incontri preparatori avverranno: di Lunedì : 15 – 22 – 29 luglio alle ore 21.00 in Oratorio ‘Pier Giorgio Frassati’

 

20190608_191140

don vittorio-don fabio

La scuola dell’infanzia di Crebbio prolunga le attività

scuola infanzia crebbio

La Scuola dell’Infanzia parrocchiale “S. Antonio” continuerà il suo servizio (aperto alle Scuole del territorio) nel mese di luglio.  Diverse famiglie hanno richiesto un servizio simile anche ai/alle ragazzi/e della Scuola primaria.
Gli interessati possono rivolgersi alla Scuola per informazioni ai numeri 0341 730278 – 3314204176 e per l’iscrizione.

Gli auguri ai ragazzi della 5a primaria

cresimandi 2019

Le Catechiste di questi ragazzi hanno scritto: “Sabato 18 maggio si è tenuta la celebrazione della Cresima e Prima Comunione per 19 ragazzi della nostra Comunità pastorale di San Lorenzo e Sant’Antonio. Una giornata molto importante per questi ragazzi! Infondendo lo Spirito Santo su di noi, Dio si prende cura della nostra vita in modo da plasmarci a immagine di suo Figlio per renderci capaci di amare come Lui. Sì, amare, ma come? Come ha sottolineato Mons. Zanotta durante l’omelia:
• Amare fino in fondo, fino alla Croce (ossia essere disposti a dare la vita per gli altri anche quando è difficile)
• Amare con la forza dello Spirito Santo Ecco che questo Spirito che ci è stato donato ci condurrà a infondere speranza, a servire i fratelli, a farci vicini agli altri, a vivere da veri cristiani e a camminare sempre con gioia.
Auguri Ragazzi !”
Antonietta ed Evelina

I cantieri della comunità

lavori in corso

Ogni Comunità ha un carisma particolare nel partecipare vita e valori nel tempo. Penso di non sbagliare nel definire la Parrocchia di San Lorenzo attiva, ricca di molte realizzazioni. I risultati sono sotto gli occhi di tutti. L’impegno è ancora vivo, costante. Abbiamo attualmente in cantiere il rinnovamento delle facciate della chiesa parrocchiale di San Lorenzo….

Leggi tutto

La nostra forza è la condivisione

8x1000

Ogni anno grazie alla firma che siamo invitati a porre sulla dichiarazione dei redditi, la Chiesa può contare su risorse economiche che vengono utilizzate per la sua missione e per il bene di tutta la Comunità, per portare il suo messaggio di speranza e per sostenere i sacerdoti. Per questo motivo è importante soddisfare questo invito di porre la firma per 8xmille.

Leggi tutto

animatori grest 2019

La Società San Vincenzo de’ Paoli

san vincenzo

Nel nostro Vicariato nasce nel 1929 per impulso dell’allora Arciprete di Mandello Don Enrico Dell’Acqua. Il carisma di questo gruppo ecclesiale consiste nel vivere la “carità di prossimità, cioè il servizio personale diretto e permanente a quelli che soffrono al loro domicilio”. Due gli elementi centrali di questo carisma: La carità evangelica, secondo San Vincenzo, deve riguardare sia l’aspetto materiale sia spirituale. Occorre pensare che il bisogno fondamentale dell’uomo è “Dio stesso“!. San Vincenzo vuole che “il bene sia fatto bene“, così non solo si raggiunge l’altro nel suo bisogno, ma crescono insieme chi lo compie e l’intera Comunità. La visita al fratello povero: ogni povero è un uomo, una persona, un “figlio di Dio“, va in ogni caso salvaguardata e difesa la sua dignità da qualsiasi forma d’emarginazione che ne comprometta la personalità e la libertà: la visita vincenziana al povero è un andare incontro a questa esigenza. La Presidente della San Vincenzo in occasione del 90° della Associazione nel Vicariato si augura una partecipazione maggiore di giovani per una esperienza di servizio e di crescita gioiosa, importante.

 

56a Giornata mondiale di preghiera per le vocazioni

giornata mond vocazioni 2019

Promessa e rischio sono i due aspetti che Papa Francesco mette in evidenza nel messaggio per la 56a Giornata mondiale di preghiera per le vocazioni, ispirato dal brano del Vangelo sulla chiamata dei primi discepoli presso il lago di Galilea, e dai due grandi appuntamenti, da poco conclusi, il Sinodo dei Vescovi e la GMG di Panamà, che hanno permesso alla Chiesa di ascoltare i giovani e i loro bisogni e provare a dare loro risposte concrete.
La chiamata del Signore non è un’ingerenza di Dio nella nostra libertà; non è una “gabbia” o un peso che ci viene caricato addosso.

Leggi tutto

Centro ascolto Caritas di Mandello – Relazione 2018

cda caritas

Nella convinzione che la comunità sia una risorsa fondamentale nei percorsi di soluzione del disagio pubblichiamo, come ogni anno, la nostra Relazione sociale corredata dalle tabelle riportanti i dati del 2018.  Auspichiamo che, con l’impegno di ciascuno, il territorio possa veramente diventare luogo di promozione di reti di solidarietà che accompagnino le persone in difficoltà alla ricerca di risposte.

Scarica qui la Relazione e tutte le tabelle

Papa Francesco spiega il “Non ci indurre in tentazione”

udienza papale

All’Udienza generale del 1° maggio, il Pontefice spiega la penultima invocazione del Padre nostro tradotta dal greco con “Non ci indurre in tentazione”. “Comunque si comprenda il testo”, afferma, “dobbiamo escludere che sia Dio il protagonista delle tentazioni che incombono sul cammino dell’uomo”

Leggi tutto su www.vaticannews.va

Sulla celebrazione dei Sacramenti della Iniziazione Cristiana

sacramenti

Nel mese di Maggio normalmente si celebrano i Sacramenti della Iniziazione cristiana e puntualmente da alcuni anni ci si interroga circa la validità di queste celebrazioni. Non mi dilungo sulla gravità della situazione sotto gli occhi di tutti: i ragazzi partecipano tutti o quasi al Catechismo e pochissimi all’incontro domenicale con il Signore Gesù nell’Eucaristia. Celebrati i Sacramenti la quasi totalità (fatta qualche eccezione) non si fa più vedere non solo a Messa ma pure negli ambienti della Comunità. Sono problemi a vario titolo carichi di responsabilità, di coerenza….

Leggi tutto

95° Giornata per l’Università Cattolica

95 universita

Per affrontare le sfide e vivere i cambiamenti, generazioni e generazioni di giovani sono aiutati nel nostro Paese dall’Università Cattolica del Sacro Cuore che offre loro una solida formazione illuminata da uno sguardo di fede e corroborata dall’amore di Dio. E’ questa la sua storia e la sua missione. Aiutiamola con la preghiera e con il sostegno economico in occasione del 95° anniversario che si terrà il 5 maggio

Il “Giüdee”

giudeeLa Processione del Venerdì Santo Maggiana-Crebbio

Nel secolo scorso e fino al 1957 veniva svolta da vari figuranti che nel pomeriggio del venerdì santo uscivano dalla chiesa di San Rocco e si dirigevano verso la strada che porta a Crebbio…

Leggi tutto sul volantino

Nel 2019 è stata riproposta ai fedeli delle chiese di Maggiana, Crebbio ed Abbadia che hanno risposto positivamente, partecipando numerosi alla celebrazione.

Vai alla Gallery

Il mondo è immerso nella grazia del Risorto

vescovo OscarQuesta è la grande certezza che proclamiamo nella Pasqua: la stessa pienezza di luce, di verità e di pace, frutto della morte e risurrezione del Signore risorto, attraversa i secoli, fino a irrompere nel mondo di oggi, dove è ancora in atto la grande battaglia (e lo sarà fino alla fine dei secoli!) tra l’amore e l’odio, la verità e la menzogna, l’egoismo personale e di gruppo contro la solidarietà e la pratica della fraternità.

Leggi tutto

Esortazione apostolica “Christus vivit”: sintesi ampia e testo integrale

Pubblichiamo un’ampia sintesi con il link al testo integrale dell’Esortazione apostolica di Papa Francesco, frutto del Sinodo dei giovani svoltosi nell’ottobre scorso.

«Cristo vive. Egli è la nostra speranza e la più bella giovinezza di questo mondo. Tutto ciò che Lui tocca diventa giovane, diventa nuovo, si riempie di vita. Perciò, le prime parole che voglio rivolgere a ciascun giovane cristiano sono: Lui vive e ti vuole vivo!».

Leggi tutto su www.vaticannews.va

La Via Crucis da Maggiana a Crebbio

cr7Numerosi fedeli hanno seguito La Via Crucis che dalla Chiesa di S. Rocco di Maggiana ha portato l’effigie del Cristo morto fino alla Chiesa di S. Antonio di Crebbio.

Vai alla Gallery 

Aperture della chiesa di San Giorgio

Chiesa di San Giorgio

La preziosa chiesa di San Giorgio è aperta al pubblico nei Sabato e Domenica dalle ore 10 alle ore 12 e dalle 14 alle 17. Il pubblico sarà accolto per commenti dal prof. Rocco Giovine, appassionato e attento cultore di storia locale.

La Santa Messa verrà celebrata ogni domenica alle ore 18.30

Le Giornate Eucaristiche

giornate eucaristiche

Siamo giunti all’appuntamento annuale delle Giornate Eucaristiche o Quarantore. Sono Giornate che, accanto alla celebrazione eucaristica domenicale, segnano il culmine e la forza di una Comunità cristiana.
Hanno una remota origine e una storia ricca di proposte celebrative. I tempi e le forme cambiano….

Leggi tutto

Benedizione degli ulivi

palme6Numerosi fedeli hanno voluto essere presenti questa mattina al rito della benedizione degli ulivi presso il giardino della Parrocchia. Don Michele ha  invocato la protezione divina sui presenti e sulle loro famiglie consacrando i ramoscelli nelle loro mani.

Vai alla Gallery

La Settimana Santa

settimana santa

E’ la settimana nella quale i cristiani celebrano gli eventi di fede messi in relazione agli ultimi giorni terreni di Gesù, in particolare la sua passione, morte e risurrezione.

Leggi tutto

La Confessione

confessione

Papa Francesco ha detto che « È nel confessionale che possiamo sperimentare l’abbraccio misericordioso del Padre e lasciarci toccare da questo amore misericordioso del Signore che ci perdona sempre».
Non dimentichiamo mai che la Confessione è un Sacramento: il Sacramento della Riconciliazione, perché dona al peccatore l’amore di Dio che, appunto, riconcilia. È quindi necessario rivedere insieme gli elementi necessari per una buona Confessione, che non sia solo un gesto compiuto perché ci hanno insegnato che bisogna farlo almeno una volta all’anno o tanto per sentirci a posto con la coscienza…

Leggi tutto

Ed ecco cosa non fare

Confessione, ecco cosa NON fare

confessione

Non passa giorno senza che il Papa, giustamente, richiami l’infinita misericordia di Dio. “Non c’è peccato che non possa essere perdonato dal Padre”. Di qui l’invito a riscoprire la Confessione, il Sacramento della Riconciliazione o Penitenza, dove abbiamo la certezza dell’incontro con il Signore. Tuttavia ci sono dei gesti che devono preparare il Sacramento. Il Catechismo spiega che è opportuno un diligente esame di coscienza, il pentimento e l’accusa dei propri peccati davanti a un Sacerdote.

Leggi tutto

Pregare il Signore con coraggio, non in modo tiepido ma mettendocela tutta

papa santa marta

Pregare con coraggio, faccia a faccia con il Signore, non in modo tiepido ma mettendocela tutta. Papa Francesco esorta a rivolgersi così a Dio, alla Messa a Casa Santa Marta. Nell’omelia di stamani il Papa si concentra sulla preghiera, uno dei tre modi, assieme a digiuno e carità, con cui durante la Quaresima ci si prepara alla Pasqua.

Leggi tutto su www.vaticannews.va

L’ 8 x mille alla Chiesa Cattolica

8xmille

I cittadini contribuenti possono partecipare alla scelta di destinazione dell’8xmille in sede di dichiarazione annuale dei redditi. Possono farlo tutti coloro che contribuiscono al gettito Irpef (imposta sul reddito delle persone fisiche). In particolare, coloro che sono tenuti alla presentazione della dichiarazione dei redditi, attraverso il modello Unico o il modello 730. Con ciò il contribuente ha facoltà di destinare una quota pari all’otto per mille del gettito Irpef a tantissimi scopi…

Leggi tutto

Cronaca di un incontro

mons-oscar

Sabato 23 marzo i Cresimandi accompagnati dai loro genitori, padrini e madrine hanno incontrato il Vescovo Oscar Cantoni nella Parrocchia del S. Cuore di Mandello. Dopo i saluti e la presentazione dei ragazzi provenienti dalle varie parrocchie è stata loro offerta la visione di un filmato sull’origine della nostra Diocesi attuata dal primo Vescovo di nome Felice nel 386. “Voi ragazzi siete il presente della Chiesa – ha affermato il Vescovo –…

Leggi tutto

Protezione dei minori, Motu Proprio di Papa Francesco e nuova legge per lo Stato Vaticano

papa famiglia

Si rafforza l’assetto normativo dello Stato della Città del Vaticano per prevenire e contrastare abusi ai danni di minori e persone vulnerabili. Cristo stesso, ricorda il Papa, “ci ha affidato la cura e la protezione dei più piccoli e indifesi”: “chi accoglierà un solo bambino come questo nel mio nome, accoglie me”

Leggi tutto su www.vaticannews.va

Ora legale 2019: lancette avanti di un’ora nella notte tra sabato 30 e domenica 31 marzo

ora legale 2019La primavera è arrivata e come ogni anno la accompagna il cambio di orario. Scatterà nella notte tra sabato 30 e domenica 31 marzo. Quindi alle due di notte di domenica 31, le lancette andranno spostate un’ora avanti. Il risultato? Che dormiremo un’ora in meno, ma avremo anche un’ora di luce in più e giornate finalmente più lunghe. Se avete con voi dispositivi meccanici dovrete ovviamente spostare manualmente le lancette. Potete invece dimenticarvi completamente del cambio, per smartphone, pc e tablet. Tutto sarà automatico: basterà essere connessi a internet.

 

Non esiste un pianeta Bgreta

Condividiamo il giovanile movimento studentesco per l’emergenza climatica. Il tutto è iniziato a fine agosto 2018 con la volontà di Greta Thunberg, ragazza sedicenne svedese, di esprimere in modo radicale la propria protesta contro i governi per la loro mancanza di azione verso quella che è l’emergenza planetaria più grave che stiamo attraversando: il cambiamento climatico. Greta ha iniziato a scioperare ogni giorno davanti al parlamento di Stoccolma e da settembre ogni venerdì. A partire dal dicembre 2018 in tantissimi luoghi del mondo migliaia di ragazze e ragazzi hanno iniziato a imitare Greta e a protestare per chiedere risposte e azioni concrete da parte della politica. In migliaia di città in tutto il mondo il 15 marzo si è manifesto per chiedere giustizia climatica.
Un invito: operiamo con generosità l’azione ecologica nel nostro paese nel tenerlo pulito e curiamo la differenziata.

Iniziazione Cristiana – Gli scrutini

iniziazione

Gli scrutini nella Catechesi dell’Iniziazione cristiana sono delle celebrazioni in cui si prega per il Catecumeno, si fa crescere nella conoscenza del peccato, e si ottengono le sue promesse. Tali scrutini sono tre e si svolgono pubblicamente in chiesa nelle Domeniche di Quaresima: la terza, la quarta e la quinta (24 e 31 marzo e 7 aprile) durante la celebrazione della S. Messa della Comunità delle ore 10.00.

Scuola dell’Infanzia “Casa del bambino” – Apertura estiva

La scuola continuerà il suo servizio anche nel mese di luglio. Chi fosse interessato può passare a scuola a ritirare il regolamento ed il modulo di iscrizione, previo avviso.
apertra asilo

Francesco medico del mondo, sei anni di Pontificato con la forza dello Spirito

investitura papaSei anni fa Jorge Mario Bergoglio si affacciò dal balcone e disse: «Fratelli e sorelle, buona sera!» e niente fu come prima. La normalità aveva toccato terra e soprattutto aveva toccato i cuori, e li aveva sciolti. Le persone compresero subito che un altro modo, più umano, di vivere, anche di vivere il potere, era possibile.

Leggi tutto su L’Osservatore Romano

Guarda il video su www.vaticannews.va

Giornata mondiale per le vocazioni: non siate sordi alla chiamata di Dio

vocazioni

La chiamata di Dio non è un’ingerenza nella nostra libertà ma l’offerta di entrare in un progetto di vita, in una promessa di bene e felicità, non siate sordi a tale chiamata: così il Papa nel messaggio inviato in occasione della 56esima Giornata mondiale di preghiera per le vocazioni del 12 maggio 2019….

Leggi tutto su www.vaticannews.va

 

Quaresima con consapevolezza, la lettera del Vescovo Oscar

quaresima oscar

E’ tempo di Quaresima: aiutiamoci a viverla in piena consapevolezza. Questo tempo speciale di grazia che il Signore ci dona ci aiuti ad incarnare più intensamente e concretamente il mistero pasquale nella nostra vita personale, familiare e sociale. In questo periodo quaresimale ogni parrocchia è solita offrire ulteriori occasioni di conversione, “tempi supplementari” perché sia data a tutti la possibilità di divenire conformi a Cristo, lasciandosi guidare dallo Spirito Santo…..

Leggi tutto

Benedizione pasquale delle famiglie

benedizioni pasquali

Durante la prossima settimana, nel pomeriggio, il parroco passerà per l’annuale benedizione pasquale delle famiglie. Le frazioni che verranno visitate nell’ordine saranno: Chiesa rotta, Via Nazionale ovest e San Rocco. Coloro che abitano nelle suddette frazioni vengono avvisate con la comunicazione del giorno e della ora in cui verrà l’incontro.

La Benedizione delle Famiglie
Leggi tutto

I nostri figli hanno bisogno di Dio

Dio e bimbi

Se chiediamo ai genitori di che cosa hanno bisogno i figli per crescere e vivere felici, la risposta è che devono essere nutriti perché per vivere bisogna mangiare! E ogni giorno si dà loro un cibo sano, saporito e condito … con tanto amore. I ragazzi devono prepararsi alla vita e … vengono mandati a scuola…..

Leggi tutto

Lo stile di Dio è la mitezza

udienza papale

“Dio non è come noi, Dio ha pazienza. Non è con la violenza che si instaura il Regno nel mondo: il suo stile di propagazione è la mitezza (cfr Mt 13,24-30)”. Durante l’udienza generale in piazza San Pietro, il Pontefice riprende il ciclo di catechesi dedicate al “Padre Nostro”, centrando la meditazione sulla seconda invocazione con cui ci rivolgiamo a Dio: “Venga il tuo Regno” (Mt 6,10). Nei saluti in lingua, ricorda l’inizio della Quaresima, tempo “della penitenza, del digiuno e della rinuncia”

Leggi tutto su www.vaticannews.va

Il sito della Parrocchia ha compiuto 4 anni.

Comunicateci le vostre opinioni ed i vostri consigli

utenti tre anni

Nel 2016 prendeva il via l’avventura del sito www.parrocchiadiabbadialariana.it
A quattro anni dalla sua realizzazione vi aggiorniamo riguardo alle statistiche relative alla sua attività.

Leggi tutto

Scriveteci le vostre opinioni

Fatti più in là

udito

Sarà uno dei temi caldi del prossimo Sinodo: l’«ora dei laici». In “ecclesialese” stretto si dice «corresponsabilità dei laici». Più semplicemente basta rifarsi a una banale constatazione: quelle parrocchie che, rimaste senza parroco, si sono sedute sul letto di Procuste della nostalgia, o della recriminazione, sono ferme al palo, e vedono la desertificazione religiosa avanzare da ogni dove; viceversa quelle che si sono messe in gioco, facendo buon viso a cattiva sorte, sperimentano insospettabili fermenti di primavera. Gente uscita dal guscio, che si è rimboccata le maniche. Fedeli che si sono dati da fare, anziché attendere la venuta del messia.

Leggi tutto

La benedizione delle famiglie

benedizione

Affonda le sue radici nell’eredità del Concilio di Trento la tradizione di benedire le famiglie nel tempo di Quaresima e di Pasqua che, a distanza di quasi cinquecento anni, marca ancora la vita di una parte consistenze delle Parrocchie italiane in queste settimane. Quando era nata, la benedizione annuale dei nuclei familiari rappresentava un momento per consolidare la Comunità. Oggi il Benedizionale la definisce un’«occasione preziosa» che i sacerdoti e i loro collaboratori devono avere «particolarmente a cuore» per «avvicinare e conoscere tutte le famiglie» di un territorio.

Leggi tutto

Le Dieci parole. Il libro delle Catechesi del Papa sui comandamenti

monte sinai

Don Fabio Rosini parla a Vatican News del libro – di cui firma la prefazione – in uscita oggi, per le edizioni San Paolo e intitolato Le Dieci Parole, perchè racchiude il ciclo di catechesi che il Papa ha dedicato al Decalogo fino al novembre scorso.

Leggi tutto su www.vaticannews.va

Responsabilità pastorale per la protezione dei minori

Papa malattie rare

Un «atto di forte responsabilità pastorale davanti a una sfida urgente del nostro tempo»: la protezione dei minori nella Chiesa. Così Papa Francesco ha definito l’incontro che da giovedì 21 a domenica 24 febbraio riunirà in Vaticano i presidenti delle Conferenze episcopali di tutto il mondo. Il Pontefice ne ha parlato ai fedeli presenti domenica 17 in piazza San Pietro per la recita dell’Angelus, invitando «a pregare per questo appuntamento».

Leggi tutto su www.osservatoreromano.it

Sinodo…al lavoro

sinodo diocesanoCon il mese di febbraio si è chiusa la fase della consultazione per il nostro Sinodo diocesano. Il Papa ci dice che il cammino della sinodalità è il cammino che Dio si aspetta dalla Chiesa del terzo millennio. Non basta più il comodo criterio pastorale del “si è fatto sempre così”. Siamo chiamati tutti ad essere audaci e creativi in questo compito di ripensare gli obiettivi, le strutture, lo stile e i metodi evangelizzatori delle nostre Comunità.

Santa Apollonia bagnata, Abbadia in festa tra riti e bancarelle

Santa Apollonia 2019 (8)Momento centrale della festa in onore della compatrona la messa solenne in parrocchiale, concelebrata dal vicario foraneo monsignor Giuliano Zanotta, dallo scorso autunno alla guida della comunità pastorale di Mandello, che proprio oggi festeggia anche il suo compleanno. Con lui all’altare, nella chiesa di San Lorenzo, il parroco don Vittorio Bianchi e il diacono Diego Busi.

Leggi tutto

Vai alla Gallery

Giornata mondiale del malato

giornata malato

Dal messaggio del Papa: “Ogni uomo è povero, bisognoso e indigente. Quando nasciamo, per vivere abbiamo bisogno delle cure dei nostri genitori, e così in ogni fase e tappa della vita ciascuno di noi non riuscirà mai a liberarsi totalmente dal bisogno e dall’aiuto altrui, non riuscirà mai a strappare da sé il limite dell’impotenza davanti a qualcuno o qualcosa”. “Anche questa è una condizione che caratterizza il nostro essere creature”, osserva Francesco, secondo il quale “il leale riconoscimento di questa verità ci invita a rimanere umili e a praticare con coraggio la solidarietà, come virtù indispensabile all’esistenza”. Di qui la necessità di “una prassi responsabile e responsabilizzante, in vista di un bene che è inscindibilmente personale e comune”. “Solo quando l’uomo si concepisce non come un mondo a sé stante, ma come uno che per sua natura è legato a tutti gli altri, originariamente sentiti come ‘fratelli’, è possibile una prassi sociale solidale improntata al bene comune”, il monito del Papa: “Non dobbiamo temere di riconoscerci bisognosi e incapaci di darci tutto ciò di cui avremmo bisogno, perché da soli e con le nostre sole forze non riusciamo a vincere ogni limite. Non temiamo questo riconoscimento, perché Dio stesso, in Gesù, si è chinato e si china su di noi e sulle nostre povertà per aiutarci e donarci quei beni che da soli non potremmo mai avere”.
Vedi negli “Appuntamenti per la vita della Comunità” la celebrazione che faremo l’11 febbraio, anniversario della apparizione della B. V. Maria a Lourdes.

Appartenere senza essere

praticanti

Uno «ci è» o «ci fa»? Fino a ieri ci preoccupavamo dei «credenti non praticanti». Cioè di quelli che «credono ma non appartengono»: credono in Dio ma disertano la messa e i riti religiosi. Nel supermarket della religiosità moderna, il «credere senza appartenere» presenta un ampio ventaglio di variabili: da quelli che continuano comunque a ispirarsi ai valori dell’etica cristiana, a quelli che conservano almeno una memoria emotiva della fede («quando ho fatto la prima comunione»), a quelli che si riconoscono in Gesù ma non nella Chiesa e nei preti (normalmente identificati).

Leggi tutto

Prosegue il discorso sul

consiglio-pastorale

Proseguiamo il nostro discorso sul Consiglio Pastorale per recepire sempre l’importanza basilare di questo organismo nella Comunità.
Una presenza che sempre si rivela nella vita del Consiglio Pastorale per coloro che aprono il loro cuore è lo Spirito Santo. Negli atti degli Apostoli si legge che Pietro, mandato dal Signore a predicare in casa di Cornelio, vide scendere su quella famiglia lo Spirito Santo, anche se erano pagani e non ancora battezzati.

Leggi tutto

Tradizioni a San Biagio

san biagio

3 febbraio: si fa memoria di San Biagio. Fu vescovo di Sebaste (Armenia). Venne martirizzato durante la persecuzione di Licinio nel 316. Avendo guarito miracolosamente un bimbo cui si era conficcata una lisca in gola, è invocato come protettore per i mali in quelle parti del corpo. A quell’atto risale il rito della “benedizione della gola”, compiuto con due candele incrociate. È pure tradizione gustare una “fetta di panettone”, avanzato a Natale, appena svegli per prevenire i malanni della gola.

Da convegno sulla famiglia

neonato

Per una famiglia il momento più importante e più bello è quello in cui si genera e si accoglie la vita. Procreare significa «essere collaboratori del Dio che genera vita». La società ha un ruolo fondamentale in questo, le famiglie non vanno mai lasciate sole, necessitano del sostegno e dell’attenzione di tutti, in modo particolare «in un contesto come quello della nostra nazione dove per tante situazioni la vita è un percorso a ostacoli»

La Giornata per la VITA del 3 febbraio 2019

Centro-aiuto-vita_Mandello_2016-1-300x395

Il Centro Aiuto alla Vita di Mandello Lario propone a tutta la Comunità pastorale: la recita del ‘Santo Rosario della Vita ’ prima delle Messe vespertine; animazioni alle Messe della domenica; la vendita delle primule sul sagrato; l’incontro – dibattito sul tema “L’abbraccio alla vita fragile genera futuro” per Venerdì 8 febbraio alle ore 20.45 presso l’Oratorio del Sacro Cuore a Mandello. Relatore Mons. Luigi Stucchi; la presentazione – mostra libri sulla vita Domenica 10 febbraio a San Lorenzo.

I giovani sono lievito di pace, contro muri e nazionalismi

papa e giovani

“Finché ci saranno nuove generazioni capaci di dire ‘eccomi’ a Dio, ci sarà futuro per il mondo”: la Gmg di Panama ha offerto al mondo “un segno controcorrente” rispetto alla triste tendenza “ai nazionalismi conflittuali, che alzano dei muri e si chiudono alla universalità, all’incontro fra i popoli”. All’udienza generale, in aula Paolo VI, Papa Francesco condivide con i presenti i ricordi del recente viaggio apostolico a Panama, in occasione della XXXIV Giornata mondiale della gioventù.

Leggi tutto su www.vaticannews.va

Gli incontri con i genitori

famiglia

Le serate del 29-30 e 31 gennaio sono state dedicate all’incontro dei genitori i cui figli partecipano ai corsi della Iniziazione cristiana. Sono incontri importanti : l’esperienza religiosa è possibile non solo attraverso il concorso dei Catechisti, ma soprattutto attraverso la corresponsabilità da parte dei genitori. Sappiamo che i figli apprendono ciò che è bello, vero e buono dai genitori che hanno loro permesso di vivere la storia del tempo. La loro crescita diventa autentica nella misura in cui si tengono presenti tutte le dimensioni della persona. Ci guidano le parole di Gesù “non di solo pane vive l’uomo”; per il cristiano il seguito è essenziale “ma di ogni Parola che esce dalla bocca di Dio”. I nostri incontri si propongono quale aiuto per essere genitori educatori dei propri figli.

La composizione del Consiglio Pastorale

consiglio-pastorale

Il Consiglio sarà composto non tanto in base ad una democratica rappresentanza dei battezzati, ma ad una autentica e valida rappresentanza dei fedeli. La caratterista fondamentale del Consigliare è quella della “corresponsabilità”. La corresponsabilità si differenzia dalla collaborazione. La collaborazione suppone che ci sia qualcuno responsabile il quale chiami altri ad aiutare (chi è responsabile decide, propone, eventualmente delega). La corresponsabilità significa che tutti sono responsabili – sia pure secondo modalità e compiti differenziati – e che quindi in tutti esiste il diritto – dovere di operare per la crescita della Chiesa. Diritto – dovere che scaturisce dall’appartenenza alla Chiesa (in forza, cioè, del Battesimo e della Confermazione) e che scaturisce anche dai carismi di cui ciascuno è rifornito dallo Spirito Santo. I Consigli Pastorali Parrocchiali sono chiamati a sostanziali modifiche, per divenire sempre più ecclesiali nelle modalità di composizione e di collaborazione. Oggi è necessario che siano veri laboratori di Comunità rinnovate nello stile della responsabilità laicale, della ministerialità della Chiesa e modello di un positivo rapporto preti – laici.

Perché partecipare al Consiglio Pastorale
Leggi tutto

Le fasi per la corretta formazione del Consiglio Pastorale Parrocchiale
Leggi tutto

 

E’ vita, è futuro

vita e futuro

Accogliere la vita prima e dopo la nascita. È, in sintesi, il cuore del documento ‘E’ vita, è futuro’, Messaggio dei Vescovi italiani per la 41° Giornata per la vita, che si celebrerà domenica 3 febbraio 2019.
“Incoraggiamo quindi la Comunità cristiana e la società civile ad accogliere, custodire e promuovere la vita umana dal concepimento al suo naturale termine. Il futuro inizia oggi: è un investimento nel presente, con la certezza che «la vita è sempre un bene», per noi e per i nostri figli. Per tutti. E’ un bene desiderabile e conseguibile”.

Leggi tutto

Testo integrale del Messaggio (.pdf)

calendario mensilePresentiamo il programma oratoriano da ottobre a febbraio. Restate  comunque connessi per controllare le novità o eventuali modifiche apportate alle iniziative proposte. Partecipate numerosi

Scaricate qui in programma

I giovani non diventino eremiti sociali della rete

eremiti reta

Nel Messaggio per la Giornata delle Comunicazioni Sociali, Francesco esorta ad un corretto uso della rete e richiama l’attenzione sui rischi che possono correre le fasce più deboli e le nuove generazioni. In Vaticano sarà istituito un Osservatorio internazionale sul cyberbullismo

Leggi tutto su www.vaticannews.va

“la preghiera umile è ascoltata dal Signore”

digiuno e preghiera

Nel suo ultimo tweet, Papa Francesco indica nella preghiera umile la via per ottenere la misericordia del Signore. “La preghiera umile è ascoltata dal Signore”. Il Papa sottolinea quanto già affermato durante l’udienza generale del primo giugno del 2016. In quell’occasione, ricordando la parabola del fariseo e del pubblicano, il Pontefice aveva affermato: “non basta domandarci quanto preghiamo, dobbiamo anche chiederci come preghiamo, o meglio, come è il nostro cuore”.
Leggi tutto su www.vaticannews.va

Origine e compiti

consiglio-pastorale

L’intera Comunità cristiana è chiamata a essere il soggetto dell’azione pastorale e questa soggettività non può limitarsi a un’affermazione astratta, ma deve tradursi in realtà concreta. Strumento principale per esprimere questa soggettività è il Consiglio Pastorale Parrocchiale, che, da un lato dovrebbe essere l’immagine della fraternità e della comunione della Comunità parrocchiale, dall’altro dovrebbe costituire lo strumento della decisione comune pastorale. Compiti fondamentali del Consiglio Pastorale sono l’elaborazione, l’aggiornamento e l’applicazione del progetto pastorale, alla luce del piano pastorale diocesano. Non sono di competenza del Consiglio Pastorale i compiti direttamente di carattere esecutivo e organizzativo. Tali compiti spettano agli organismi e alle commissioni competenti, anche coordinati tra loro. Il Consiglio Pastorale deve individuare, promuovere, indirizzare, animare, coordinare e verificare tali realtà, che dovranno essere adeguatamente rappresentate nel Consiglio Pastorale. Spetta alla singola Parrocchia o Comunità Pastorale stabilire quali siano le commissioni da costituire, definendone la natura stabile o transitoria e i criteri di periodico aggiornamento nella composizione.

Corsi di preparazione al matrimonio cristiano

percorso-matrimonio

Quest’anno per il cambiamento dei sacerdoti nel Vicariato non viene proposto il “Percorso di preparazione al matrimonio cristiano”. Quale preparazione adeguata al matrimonio tuttavia è doverosa la partecipazione a un corso che si può seguire presso il Decanato di Lecco.
Per informazioni: Parrocchia S. Nicolò di Lecco – Segreteria parrocchiale – Tel. 0341 28.24.03

Il Tempo Ordinario

spezzare pane

è costituito da 33 o 34 settimane, distribuite tra la festa del Battesimo di Gesù e l’inizio della Quaresima (primo periodo), e tra la settimana dopo Pentecoste e la solennità di Cristo Re (secondo periodo). È il tempo per eccellenza della sequela e del discepolato, sulle orme di Gesù verso il compimento della storia. Due elementi sono fondamentali per cogliere il significato e l’importanza del Tempo Ordinario: il lezionario, con la lettura semicontinua dei Vangeli sinottici, e la Domenica. Intorno a questi due assi portanti – centralità del Lezionario e della Domenica – la Chiesa nel Tempo Ordinario si può sperimentare in cammino, sostenuta dalla Parola, sulle orme di Colui che per lei e per l’umanità intera ha donato la sua vita. La Chiesa impara a conformare la sua vita a quella del suo Signore. E’ il tempo dell’ordinarietà e della quotidianità nella vita dei discepoli di Gesù.

La Trentaquattresima Giornata Mondiale della Gioventù

gmg panama

Dal 22 al 27 gennaio con Papa Francesco migliaia di giovani proveniente da tutto il mondo celebreranno la 34A GMG A PANAMA. Ha per tema: “Ecco la serva del Signore; avvenga per me secondo la tua parola”. Il logo raffigura un cuore stilizzato, una parte del quale forma la lettera “M”. E poi il Canale di Panama che simboleggia il cammino del pellegrino che scopre in Maria il tramite per incontrarsi con Gesù; l’istmo stilizzato, emblema della terra panamense; sulla sinistra la croce pellegrina; a destra, la silhouette della Vergine, accompagnata da cinque punti bianchi, come segni della corona di Maria, ma anche dei pellegrini provenienti dai cinque continenti. Infine, i colori della bandiera del Paese.

La scelta dell’ora di religione

ora di religione

La Presidenza della Conferenza episcopale italiana, all’approssimarsi della scelta da parte delle famiglie e dei ragazzi di avvalersi dell’Insegnamento della religione cattolica nell’anno scolastico 2019-2020, ha diffuso questo messaggio: L’insegnamento della religione cattolica (Irc) intende essere, all’interno di tutto il mondo della scuola, “un’occasione di ascolto delle domande più profonde e autentiche degli alunni, da quelle più ingenuamente radicali dei piccoli a quelle talora più impertinenti degli adolescenti.

Leggi tutto

TE DEUM

te deum

E’ tradizione cantare a conclusione della Messa prefestiva di fine anno il Te Deum, inno cristiano per ringraziare Dio dell’anno trascorso. L’inno si può dividere in tre parti:
• La prima, fino a Paraclitum Spiritum, è una lode trinitaria indirizzata al Padre. Letterariamente è molto simile ad un’anafora eucaristica, contenendo il triplice Sanctus.
• La seconda parte, da Tu rex gloriæ a sanguine redemisti, è una lode a Cristo Redentore.
• L’ultima, da Salvum fac, è un seguito di suppliche e di versetti tratti dal libro dei salmi.

La Festa della Santa Famiglia

sacra famiglia

Si celebra la domenica successiva al Natale. Se il Natale ci ha già mostrato la Santa Famiglia raccolta nella grotta di Betlemme, in questa festa siamo invitati a contemplarla nella casetta di Nazareth, dove Maria e Giuseppe sono intenti a far crescere, giorno dopo giorno, il fanciullo Gesù. La celebrazione fu istituita per dare un esempio e un impulso all’istituzione della famiglia, cardine del vivere sociale e cristiano, prendendo a riferimento i tre personaggi che la componevano, figure eccezionali sì, ma con tutte le caratteristiche di ogni essere umano e con le problematiche di ogni famiglia….

Leggi tutto

Buon Anno 2019

carroAnche quest’anno abbiamo partecipato a Mandello alla tradizionale sfilata dei carri natalizi che si svolge puntualmente nella notte del 24 dicembre.
Abbiamo voluto celebrare così l’arrivo del momento più magico dell’anno, il Natale di Gesù, il Salvatore.
Al nostro carro popolato da tanti piccoli angioletti azzurri è toccata la sorte di aprire il festoso corteo augurale. Garantito per tanto entusiasmo il successo degli auguri che rinnoviamo cordialmente per il nuovo anno a tutti, in particolar modo ai lettori del notiziario ‘la brezza’.

Il Dono del Natale

palla nataleAncora una volta, con il Natale, facciamo memoria della discesa del Figlio di Dio in mezzo a noi, perché potessimo, a nostra volta, anche noi diventare figli nel Figlio. E intanto ci domandiamo: come trasmettere la gioia del Natale in un ambiente divenuto per lo più pagano, che festeggia sì il Natale, ma si scorda facilmente chi è il Festeggiato? Il Natale, poi, in questi tempi, è vissuto in un clima di tensione e di amarezza, unito ad espressioni di rabbia e di difesa ad oltranza dei propri egoismi. Come noi cristiani possiamo essere una presenza alternativa, al di là del comune Natale consumistico, un messaggio tangibile dell’amore tenero e provvidente di Dio per tutti? ….. firma vescovo

Leggi tutto

Buona rinascita in Gesù

gesu bambino

La festa del Natale è stata inserita nel calendario cristiano nel 354 d.C., con l’imperatore Costantino. Nei primi secoli i cristiani festeggiavano solo la festa di Pasqua, che veniva chiamata “Giorno del Sole” perché ricordava la resurrezione di Cristo. A Roma il 25 dicembre era il giorno della festa del solstizio d’inverno e dell’approssimarsi della primavera. Era una festa caratterizzata da un’incontenibile gioia perché il sole ricominciava a splendere. I cristiani battezzarono questa festa pagana per la fede in Gesù “Sole di Giustizia” venuto a visitarci dall’alto, per illuminare quelli che stanno nelle tenebre e nell’ombra di morte (cfr. Gv 1). Oggi il Natale corre il pericolo di farci scordare il festeggiato: Gesù Cristo. L’Emmanuele, il Dio con noi, che ha diviso la storia in: a.C. e d.C.. L’origine pagana della festa minaccia sempre la sconsacrazione del Natale, ed è per questo che risulta importante ricordare che il Natale significa “la nascita di Gesù”. Augurandoci buon Natale ci auguriamo la “buona rinascita in Gesù”.

Dolci e Sorrisi

catechiste

Anche quest’anno i ragazzi dell’Oratorio hanno portato a termine la loro missione: PORTARE UN DOLCE E UN SORRISO AGLI AMMALATI DEL NOSTRO PAESE ‘DIVERSAMENTE GIOVANI’. Sono stati momenti intensi, di una ricchezza unica. Abbiamo stretto mani tremanti, abbracciato spalle gracili e ricurve, abbiamo visto occhi lucidi durante i canti natalizi improvvisati, abbiamo edificato un ponte tra il passato e il presente. In quelle mura domestiche si è realizzato pienamente il cerchio della vita.

Leggi tutto

In attesa del Natale

nativitaStiamo iniziando la terza settimana di Avvento e la celebrazione della nascita di Gesù è ormai alle porte. La Chiesa, sente l’importanza  dell’evento che si rinnova ogni anno ed invita tutti i suoi figli a prepararsi autenticamente al mistero anche con la partecipazione alla Novena. La Novena di Natale, non è preghiera ufficiale della Chiesa, ma è una celebrazione popolare che lungo i secoli è diventata parte significativa nell’attesa gioiosa della nascita umana di Dio, nostro Salvatore, Gesù. Onoreremo la Novena del suo Natale da lunedì 17 fino a venerdì 21 dicembre alle ore 20.30 nella chiesa di San Lorenzo.

Leggi tutto

confessioni mandello

Coriandoli per terra

coriandoli

Un venerdì sera come tanti, una discoteca, frotte di giovani che attendono un «rapper». Poi la bravata criminale di uno di loro, lo spray urticante, la calca selvaggia (un anticipo dell’inferno), i morti. Siamo nella provincia italiana profonda, ma potrebbe essere ovunque. Corinaldo: che strano nome. Anagrammato fa quasi «coriandolo». Un presagio?…..

Leggi tutto

pastorale giovanile

La Novena di Natale

novena natale

Da lunedì 17 a venerdì 21 dicembre.

E’ una proposta per valorizzare l’iniziativa di Dio di farsi uno di noi, nostro fratello, e aiutare noi, che condividiamo la medesima strada, a scoprire ancora una volta, che è Dio a venirci incontro per primo, è Dio che fa, come amava pensare ed affermare San Luigi Guanella. Alcune componenti del presepe che allestiremo ci
aiuteranno ad incontrare Dio.

Il ricordo di Papa Francesco per i 150 anni dell’Azione Cattolica

papa AC

“ Rimanete aperti alla realtà che vi circonda. Cercate senza timore il dialogo con chi vive accanto a voi, anche con chi la pensa diversamente ma come voi desidera la pace, la giustizia, la fraternità. È attraverso il dialogo che costruiamo la pace, prendendoci cura di tutti e dialogando con tutti ”.

Giornata Diocesana di sensibilizzazione e di aiuto economico al Seminario

giornata seminario

“Senza prete, non c’è messa. E senza messa, non c’è Cristo.
E’ l’«abc» del cattolicesimo. Poi, però, sappiamo bene che nella Chiesa vige la regola della «piramide rovesciata»: chi sta «sopra» in realtà sta «sotto», a servizio degli altri. Così il prete. Sublime è la sua dignità….
La giornata per il Seminario quindi è per ricordarci innanzitutto di pregare perché ci siano sempre ragazzi che dicano sì al Signore che li chiama al sacerdozio. Nelle Messe di domenica 9 dicembre i soldi raccolti saranno devoluti per il Seminario.

Leggi tutto

Sabato 15 dicembre alle 20.45
al Cine-Teatro dell’Oratorio
proiezione del Film per ragazzi

scuola-media-gli-anni-peggiori-della-mia-vita_80105067

azione cattolica rinnovo

Avvento: proposte del Vescovo Oscar

nativitàDel caviale e delle capesante, sulla mensa di Natale, non corriamo il rischio di dimenticarci, ma del Signore forse sì.
Non ci va di amplificare a nostra volta la consueta invettiva contro Natale consumista: anche perché la fiera dei lustrini natalizi è comunemente un fatto appartenente alla nostra cultura; e, in tempi di individualismo e di cattivismo dilaganti, incarna pur sempre un per quanto flebile significato di relazione. Tuttavia il rischio che le feste natalizie si dimentichino del Festeggiato è lì da vedere. Come pure il rischio che le nostre tavolate familiari, tanto ricche di pietanze e portate, trascurino il vero Padrone dì casa che ci fa assidere a mensa….  Leggi tutto
Scarica la preghiera da recitare insieme

Novena dell’Immacolata

novena

Dal 29 novembre al 7 dicembre, nella nostra Comunità Pastorale, si terrà la Novena dell’Immacolata Concezione.
Invito tutti a partecipare a questo momento di preghiera in preparazione alla Festa dell’Immacolata. La preghiera del S. Rosario ci accompagnerà rafforzando la certezza che la Madre celeste, Maria è al nostro fianco nella vittoria sul male.

 

La verità del Cristo

cristo-re

Gesù disse a Pilato: “Il mio regno non è di questo mondo; se il mio regno fosse di questo mondo, i miei servitori avrebbero combattuto perché non fossi consegnato ai Giudei”.
La Verità è che Dio si interessa talmente al suo popolo che se ne fa carico e veglia su di lui…

Leggi tutto

Giornata Mondiale dei Poveri, il messaggio di Papa Francesco

giornata mondiale poveriIl messaggio del Papa si sviluppa attorno alle parole del Salmo 37: “Questo povero grida e il Signore lo ascolta”.

Scarica qui l’intero messaggio del Papa

Briciole di vita utili ad orientare il nostro impegno quotidiano

Giornata di sensibilizzazione sulle offerte per il sostentamento del clero

insieme ai sacerdoti

Domenica 25 novembre è dedicata all’opera che i sacerdoti svolgono in mezzo a noi, impegnati al servizio del Vangelo e delle persone. La loro presenza è un dono prezioso che ci aiuta ad accogliere e mantenere viva la Parola di Dio nelle nostre vite e a sentire più vicina e concreta la speranza. L’impegno di ogni sacerdote è per la propria Comunità ed è giusto che siano i suoi membri a provvedere alle necessarie risorse per assicurare al proprio pastore una dignitosa sussistenza.  Leggi tutto

ricordo don mario

Il Settimanale della Diocesi

il-settimanalePer compiere un’opera che sviluppi adeguatamente le sue finalità, è necessaria la presenza e l’azione di persone appassionate che la sostengano, la sviluppino e la promuovano adeguatamente.  Leggi tutto

“No alla cultura del trucco” e alla cura delle apparenze

papa a santa marta

Nella Messa di suffragio per i cardinali e i vescovi defunti durante l’anno, il Pontefice ha ricordato l’importanza di prepararsi all’incontro finale con Gesù e di non appiattirsi in una vita senza amore. Un’uscita che è una chiamata per tutti: “dal grembo della madre, dalla casa dove si è nati, dall’infanzia alla gioventù e dalla gioventù all’età adulta, fino all’uscita da questo mondo”….

Leggi tutto su www.vaticannews.va

Le principali opere della Penitenza

penitenza

Le principali opere che espiano i peccati sono le seguenti:
La Confessione – La penitenza – L’astinenza – L’elemosina – Le Opere di Misericordia – …..

Leggi tutto

Strumento per la consultazione sinodale

sinodo consultazione

Suddiviso in tre sezioni, lo Strumento costituisce il testo di riferimento per focalizzare la nostra attenzione nei prossimi mesi – tenendo presente anche quanto già emerso nell’approfondimento degli Orientamenti Pastorali – sul tema del Sinodo “Testimoni e annunciatori della misericordia di Dio“, con lo scopo di poter rispondere alle domande sinodali che interpellano tutto il popolo di Dio in relazione alle cinque aree in cui il tema è stato declinato: comunità cristiana, famiglia, giovani, poveri, presbiteri.
Puoi scaricare qui l’intero fascicolo dello strumento di consultazione oppure le sue diverse parti o i relativi  approfondimenti.

Don Vittorio festeggia gli 80 anni con i bambini che inizieranno catechismo

20181028_143846Due i momenti che hanno allietato la celebrazione della Santa Messa delle 10.00 oggi in San Lorenzo: ai  festeggiamenti per gli 80 anni  di don Vittorio si è aggiunta la presentazione dei bimbi di seconda primaria che da quest’anno intraprendono la loro iniziazione cristiana. Dopo la funzione un grande numero di parrocchiani si è ritrovato a festeggiare il proprio parroco con un gioioso momento conviviale.
Leggi gli articoli

Lecconotizie

La Provincia di Lecco

lecconline

 

 

indulgenza defunti

Indulgenza per i Defunti

Nel giorno della Commemorazione e durante l’Ottava dei Morti si può ottenere l’indulgenza a loro suffragio visitando il Cimitero e recitando il Padre nostro e il Credo. Si deve inoltre adempiere le solite tre condizioni:
1. Confessione sacramentale
2. Comunione eucaristica
3. Preghiera secondo le intenzioni del Papa (Pater – Ave – Gloria)

La presentazione alla Comunità dei nostri bambini

presentazione bambini

La presentazione dei nostri bambini che iniziano il Catechismo parrocchiale esige il ricupero della sua dimensione comunitaria ed ecclesiale. Questo per un duplice aspetto. In primo luogo l’Iniziazione Cristiana (IC) è il cammino che inserisce nella Chiesa e non semplicemente in una situazione di salvezza privata. Attraverso il Battesimo veniamo inseriti nella Chiesa; i Sacramenti dell’IC (Cresima ed Eucaristia) introducono gradualmente e contemporaneamente nel mistero di Cristo e nel mistero della Chiesa, senza possibilità di separare l’uno dall’altro…..

Leggi tutto

Cuore distaccato dai soldi e pazienza nelle persecuzioni e nella solitudine

papa a santa marta

il Papa parla delle tre forme di povertà a cui è chiamato il discepolo: la prima è quella di lasciare le ricchezze, con il cuore non essere attaccati ai soldi, la seconda è quella di accettare le persecuzioni, grandi o piccole, anche le calunnie, a causa del Vangelo, e la terza è la povertà della solitudine, di sentirsi soli, alla fine della vita.

Leggi tutto su www.vaticannews.va

Iniziazione Cristiana, invito ai genitori

importanteCarissimi genitori, trasmettere la fede ai figli, è una responsabilità che i genitori non possono dimenticare, trascurare o delegare totalmente. I genitori sono i primi annunciatori della fede attraverso la preghiera e la pratica cristiana. …

Leggi tutto e scarica la tabella dei primi appuntamenti

Leggi il resoconto della catechista Antonietta sui primi incontri con i genitori

 

Sabato 20 ottobre accoglieremo a Mandello i nuovi Sacerdoti

Mandello si prepara ad accogliere monsignor Giuliano Zanotta e don Andrea Mombelli, rispettivamente nuovo parroco e nuovo vicario. I due sacerdoti giungeranno via lago all’imbarcadero di Mandello alle 16.30. A seguire nella chiesa arcipretale di San Lorenzo, si svolgeranno i primi riti di accoglienza alla presenza del vescovo di Como, Oscar Cantoni.zanotta-mombelli

Il mandato ai Catechisti

catechismo

In occasione dell’inaugurazione ufficiale del nuovo anno di Catechismo, Domenica 21 ottobre alle ore 10.00,
celebreremo  il ‘mandato’ ai Catechisti.
Il catechista è, pur con i suoi limiti, un inviato, un profeta che parla in nome di Dio per incarico del suo Vescovo. Viene attuato dal Parroco dinanzi alla Comunità apostolica. A loro viene affidata la missione di testimoniare e annunciare il Vangelo.

Ottobre, mese del S. Rosario

madonna e rosario

Il Santo Rosario è preghiera efficace contro satana.
Papa Francesco ha invitato tutti i fedeli a pregare il Rosario ogni giorno, a ottobre; per chiedere alla Santa Madre di Dio e a San Michele Arcangelo di proteggere la Chiesa dal diavolo, che sempre mira a dividerci da Dio e tra di noi.

Il Sinodo dei giovani 2018

sinodo giovani

Il 3 ottobre Papa Francesco ha aperto i lavori della XV Assemblea generale ordinaria del Sinodo dei Vescovi sul tema “I giovani, la fede e il discernimento vocazionale”. Ha ringraziato i giovani per aver voluto scommettere che vale la pena di sentirsi parte della Chiesa o di entrare in dialogo con essa. Ha invitato tutti i partecipanti a parlare con coraggio integrando libertà, verità e carità e a mettersi in ascolto di ciò che suggerisce lo Spirito.

Don Vittorio Bianchi verso il traguardo degli 80 anni. Abbadia lo festeggia

parroco

Di lui, una bellissima definizione l’ha data monsignor Bruno Fasani a conclusione della messa della festività patronale di San Lorenzo, lo scorso 10 agosto. “Don Vittorio ha il profumo del buon pastore. Sa buttare il cuore in mezzo alla gente e questa dovrebbe essere la missione di ogni sacerdote”. 
Lui è appunto don Vittorio Bianchi, parroco di Abbadia Lariana dal 2010 dopo aver guidato la comunità di Cermenate. Origini mandellesi, il sacerdote compirà 80 anni il prossimo 30 ottobre e due giorni prima, domenica 28, la comunità pastorale di San Lorenzo e Sant’Antonio stringerà idealmente il “suo” parroco in un grande abbraccio riconoscente.
Leggi tutto nell’articolo di Claudio Bottagisi

Gender X

gender

«Deciderà da grande»: può essere il riconoscimento adulto dell’autonomia di un bambino che cresce, o la comoda rinuncia alla propria responsabilità educativa. Ma che diventasse la dichiarazione di indifferenza di fronte all’identità di un figlio che nasce pareva un’opzione troppo fantasiosa per diventare reale.

Leggi tutto

Famiglia, Chiesa domestica

famiglia

Il Papa Francesco a Santiago ha ribadito che è in casa che impariamo la fraternità, la solidarietà, il non essere prepotenti. È in casa che impariamo ad accogliere e apprezzare la vita come una benedizione e che ciascuno ha bisogno degli altri per andare avanti. È in casa che sperimentiamo il perdono, e siamo continuamente invitati a perdonare, a lasciarci trasformare. Per questo la Comunità cristiana chiama le famiglie con il nome di chiese domestiche, perché è nel calore della casa che la fede permea ogni angolo, illumina ogni spazio, costruisce la Comunità. Perché è in momenti come questi che le persone hanno cominciato a scoprire l’amore concreto e operante di Dio.

Verso la Comunità Pastorale

mani

Con questo numero de ‘la brezza ’, il nostro notiziario abbraccerà anche le ‘vicende’ della Parrocchia di Sant’Antonio in Crebbio. Sarà il notiziario della “Comunità pastorale di San Lorenzo e di Sant’Antonio in Abbadia Lariana”. Ogni nuova realtà presenta aspetti gradevoli ed altri difficoltosi, forse spiacevoli. Noi dobbiamo accogliere questa nuova disposizione per tutto ciò che di positivo propone, con la certezza che il Signore è con noi.

Leggi tutto

Verso la Comunità Pastorale

don vittorio

In questi giorni si è resa pubblica la notizia della mia nomina ad Amministratore della Parrocchia di Crebbio. Questo comporta che il mio impegno pastorale verrà esteso entro breve tempo anche in quella località in attuazione delle nuove collaborazioni pastorali tra Parrocchie delineate dal Decreto vescovile della Visita pastorale di Mons. Diego Coletti nel 2012.

Leggi tutto

Se ci sei…batti un colpo

orat

Mi piace intravvedere in questo racconto l’anima dell’Oratorio, luogo vivace per incontrarsi, per parlarsi, per scambiarsi idee … Tutti i ragazzi del primitivo Oratorio Valdocco si sentivano amati “personalmente” da Don Bosco, non come componenti di un numero, di un gruppo, ma come persone. La sofferenza e la
speranza, i sogni e le preoccupazioni di ogni ragazzo … erano per Don Bosco le sue speranze, le sue sofferenze.

Leggi tutto

La Madonna della Cintura

20180902_212007Nella serata di domenica 2 settembre si è svolta la processione con la Madonna della Cintura.
Si ringraziano i numerosi fedeli che hanno partecipato sia ai Vespri, in celebrazione della Festa, sia al successivo incanto dei canestri.

Vai alla Gallery

 

 

I bisogni della comunità

bisogni

Il nuovo anno pastorale è alle porte e subito balzano agli occhi le molteplici necessità della Parrocchia. Incomincio ad enumerarle fiducioso in generose risposte.
IL MINISTERO STRAORDINARIO DELLA COMUNIONE prevede tre tipi di servizio:
• la Comunione agli “impediti” (infermi, anziani), specialmente nella
domenica e giorni festivi;
• l’aiuto al sacerdote per la distribuzione della Eucaristia nelle
assemblee liturgiche più numerose;
• la distribuzione della Eucaristia fuori della Messa in assenza di
sacerdote o diacono o accolito istituito.

La Madonna della Cintura

madonna della cintura

Questa tela è una testimonianza della spiritualità agostiniana nella parrocchia di Abbadia legata alla devozione alla Madonna della Cintura. Due sono le feste particolarmente care ai devoti di Abbadia, che trovano una efficace espressione anche nelle dedicazioni degli altari laterali nella chiesa parrocchiale: Santa Apollonia il 9 febbraio e la Madonna della Cintura la prima domenica di settembre.
Domenica 2 settembre ore 10.30: S. Messa della Comunità e alle ore 20.30 Sacri Vespri – Incanto dei Canestri.

Leggi tutto

La Festa di San Lorenzo è terminata

grazie

I risultati che si sono ottenuti, aldilà delle analisi che saranno d’obbligo per migliorare sempre più, hanno superato ogni aspettativa. E’ chiaro che il primo grazie va ai volontari veterani e novelli (veramente molti quest’anno!) che hanno soddisfatto con generosità i loro compiti.

Leggi tutto

Perchè festeggiare gli anniversari di matrimonio

anniversario fedi

Una prima ragione è quella di trasformare il giorno più bello del legame in una vita di abitudini dove l’amore invecchia e perde vitalità. Certo non è il festeggiamento dell’anniversario che cambia qualcosa, ma questo è il segno che ogni tanto occorre fermarsi e fare festa e ridirsi con le parole e i gesti la bellezza dell’amore.

Leggi tutto

 

Premi estratti sottoscrizione Pian dei Resinelli

resinelliPubblichiamo qui di seguito la tabella dei premi estratti lo scorso 15 agosto

Scarica qui 

Mon. Bruno Fasani concelebra la Santa Messa di San Lorenzo

IMG-20180811-WA0009

In occasione della Santa Messa per la ricorrenza di San Lorenzo 2018, il nostro Parroco Don Vittorio ha consegnato a Mons. Bruno Fasani,  in senso di gratitudine ed a memoria della giornata, una riproduzione lignea del nostro Patrono. Mons. Fasani, ringraziando per il dono, ha promesso di ricordare nelle sue preghiere tutta la comunità di Abbadia Lariana.

Leggi l’articolo di Claudio Bottagisi

Vai alla Gallery

Credere in Gesù per compiere opere di Dio

angelus papa

Non ridurre la religione solo alla pratica delle leggi ma capire che avere fede in Cristo significa “compiere opere buone che profumano di Vangelo, per il bene e le necessità dei fratelli”: questo il senso delle parole di Francesco all’Angelus odierno. “Coltivare” il rapporto con il Signore, rafforzando la nostra fede in Lui che è il “pane della vita”, venuto per saziare la nostra fame “di verità, di giustizia, di amore”

Leggi tutto su www.vaticannews.va

Verso il Sinodo Giovani: al via il pellegrinaggio dei ragazzi

sinodo giovani

Ognuno con una motivazione diversa, ma tutti con lo stesso desiderio: incontrare Papa Francesco. Così, oggi, oltre 30mila giovani italiani si sono messi in cammino dalle rispettive diocesi per raggiungere il Pontefice, l’11 agosto. Un viaggio che affronteranno a piedi, come i pellegrini di un tempo.

Leggi tutto su www.vaticannews.va

Richiesta dolci per la Festa Patronale

torteE’ tradizione che il dolce per le feste parrocchiali venga fornito dalle nostre brave casalinghe. Dolci squisiti, raffinati nei quali si avverte subito il sapore genuino della tradizione e soprattutto della cordialità.
In osservanza delle leggi in materia, alle offerte di torte e dolci, va unito un modulo compilato. Il modulo si trova sul tavolino all’uscita della chiesa oppure è scaricabile Qui

Radio Maria

radio maria

Mercoledì 15 agosto, Festa dell’Assunzione della B.V.Maria al Cielo, Radio Maria trasmetterà la Santa Messa che celebreremo alle ore 17.00 ai Piani dei Resinelli. “Maria Santissima è veramente la mistica scala per la quale è disceso il Figlio di Dio sulla terra e per cui salgono gli uomini al Cielo”. (Sant’Agostino)

Adolescente, testimone della fede

carlo acutis

Carlo Acutis presto verrà proclamato ‘beato’. Una figura eccezionale quella di Carlo, che nella sua breve vita si è distinto sia per il fervore della sua fede sia per la generosità nei confronti dei più deboli. Era un ragazzo amante della vita nelle sue varie espressioni.

Leggi tutto

 

Noi famiglia&vita.
A settembre gli stati generali della famiglia

Vita_56610340

Domenica 30 luglio in edicola con Avvenire il mensile Noi famiglia&vita. L’articolo di copertina è dedicato alla Conferenza nazionale sulla famiglia, un appuntamento importantissimo per mettere a punto nuove e strutturali politiche di sostegno concreto alla famiglia. L’appuntamento si terrà a Roma, il 28 e 29 settembre e, secondo la volontà del governo, non sarà solo una passerella di buone intenzioni oppure un’occasione offerta ai rappresentanti delle varie forze politiche per accreditarsi in vista delle prossime elezioni.

Leggi tutto sul sito di Avvenire.it

Non chiedere la luna, abbiamo le stelle

20180721_103200

La storia della nostra festa è subito detta. La separazione della nostra Comunità parrocchiale dalla chiesa madre di San Lorenzo in Mandello Lario avvenne per deciso intervento del Vescovo di Como Mons. Antonio Trivulzio, milanese (1487 – 1508), il 27 giugno 1495

Leggi tutto

Occhio alla….pornografia

dmeu_tc35_50_1_std.lang.all

La cronaca continua a raccontare di violenze e soprusi ai danni non solo di donne. Nelle riflessioni attorno a questo fenomeno un aspetto di cui si parla forse troppo poco è il ruolo che  può avere la diffusione della pornografia nella formazione emotiva e nella futura relazione uomo-donna, soprattutto tra i più giovani.

Leggi tutto

 

 

Tra pieno e vuoto

pieno vuoto

Perché abbiamo così paura del vuoto? Saturare ogni istante, organizzare le giornate, le attività, i momenti di svago… Se siamo soli, oppure vogliamo rilassarci, ci attacchiamo alla televisione, a internet (dipende dall’età, ma il bisogno è lo stesso) per lasciarci riempire da ciò che proviene da lì. Il vuoto ci spaventa, ci angoscia. Ma se non lasciamo nessuno spazio perché ciò che non abbiamo deciso, o chi non abbiamo scelto, possa raggiungerci e incontrarci, la nostra vita diventa sterile.

Leggi tutto

Ogni campanile ha il suo gusto

campanile

Abbiamo dato notizia dell’incontro programmatico della prossima festa patronale di San Lorenzo che si terrà nei giorni 10, 11 e 12 di agosto. Una riunione ricca di proposte. I fatti ci dicono che la nostra società è attenta alla biodiversità; che il turismo ha sviluppato conoscenze affascinanti di realtà umili ma ricche. L’Italia in questo settore occupa un primato particolare: innumerevoli sono i prodotti agroalimentari censiti dalle varie regioni; innumerevole la varietà dei vini, delle uve, delle olive …
Leggi tutto

Il benvenuto del Vescovo ai turisti

vescovo oscar

Vi trovate in una terra meravigliosa e stupenda, dove Dio risplende nella bellezza del creato, ma anche nella capacità di accoglienza e di ospitalità dei suoi figli. Siate i benvenuti per trascorrere con noi un periodo di riposo e di svago, tanto necessario per godere serenità e acquistare nuova forza, così da ricominciare, rinnovati nel fisico e nello spirito, un nuovo periodo di vita. Il nostro territorio è ricco di paesaggi incantevoli, ma insieme testimonia la fecondità culturale di una civiltà di alto profilo storico e artistico. Vi auguro che in un clima di ritrovata tranquillità possiate incontrare Dio in momenti di particolare raccoglimento, ma anche con la vostra presenza alle nostre celebrazioni eucaristiche domenicali. Buona permanenza per vacanze serene e giorni di pace.
firma vescovo

Da un migrante di colore una bella lezione di civiltà

Fasani

In ‘Verona fedele’, il Settimanale della Diocesi di Verona ho trovato un racconto di Mons.  Bruno Fasani che conosciamo e che avremo il privilegio di avere con noi per festeggiare San Lorenzo. In treno verso Milano si è imbattuto in un gruppetto di studenti maturandi. “Parlano di come sono andati gli scritti, delle preoccupazioni per gli esami…..
Leggi tutto

Mons. Delpini in vista ai Resinelli

dp9 - Copia

Mercoledi 27 giugno si è svolta la visita di mons. Mario Delpini ai chierichetti della diocesi milanese. Presso la struttura “La Montanina” ai 1200 metri di altitudine dei Piani Resinelli, l’arrivo di mons. Mario Delpini arcivescovo di Milano.  Leggi tutto       Sfoglia la Gallery

Anche per quest’anno il Grest è terminato

grest canterini

Anche quest’anno il Grest è terminato. La classifica vede vincitori i Rossi con 726 punti. Seguono nell’ordine i Verdi con 715, i Blu con 692 e i Gialli con 671 punti.

Leggi tutto

Tu e Avvenire insieme per Francesco

avvenire

Dare una mano al Papa: e chi non vorrebbe farlo, subito, adesso? L’occasione sta arrivando, ed è davvero alla portata di tutti. Domenica prossima 24 giugno la Chiesa italiana da vita alla colletta per l’ Obolo di San Pietro, il fondo alimentato da piccole e grandi donazioni da tutto il mondo e che fornisce linfa alla Carità del Papa.

Leggi tutto

Reportage Grest 2018

grest canterini

L’avventura del Grest 2018 ha tagliato il traguardo della prima settimana.
I ragazzi iscritti a questa proposta oratoriana tradizionale quest’ anno non ha avuto quell’adesione che ci aspettavamo. In compenso il nutrito gruppo degli Animatori ci fa ben sperare. Veramente bravi…

Leggi tutto

Il Sinodo Diocesano

sinodo diocesano

Lo scopo è quello di divulgare maggiormente questo evento importante per la Diocesi. Chi meglio del Vescovo ci può introdurre in questa fase della consultazione ?
Con l’incontro dal titolo “Il Sinodo in ascolto del Popolo di Dio”, che ha visto la presenza, accanto al Vescovo Mons. Oscar Cantoni, dell’Arcivescovo di Milano, Mons. Mario Delpini, è stato ufficialmente consegnato alla Chiesa di Como «lo strumento per la consultazione generale del Popolo di Dio, in vista del prossimo Sinodo diocesano, incentrato sul tema: “Testimoni e annunciatori della misericordia di Dio”»….   Leggi tutto

Scarica qui il volantino con tutte le risposte
Scarica qui la Preghiera

La giornata mondiale per l’ambiente

spazzatura

La Giornata Mondiale dell’Ambiente è una ricorrenza che tutti quanti dovremmo ricordare: cade ogni anno il 5 giugno, ma è sempre valida. E’ un’occasione giusta per riflettere sulle problematiche che affliggono il nostro Pianeta. Ormai sentiamo sempre più spesso parlare di inquinamento ambientale, di surriscaldamento globale, di effetto serra e di cambiamenti climatici: tutte tematiche urgenti ma ancora non avvertite da moltissime persone.

Leggi tutto

Prima il bene comune

logo-cc-affix

APPELLO DEL PRESIDENTE DELLA CEI

Di fronte alla crisi sociale e politica in cui è precipitata la «nostra diletta Italia» ogni persona di buona volontà ha il dovere di rinnovare il proprio impegno, ciascuno nel suo ruolo, per il bene supremo del Paese. Mai come oggi c’è un urgente bisogno di uomini e donne che sappiano usare un linguaggio di verità, parlando con franchezza, senza nascondere le difficoltà, senza fare promesse irrealizzabili ma indicando una strada e una meta.

Leggi tutto

Progetto Mano Solidale

manosolidale

Il nostro Vicariato di Mandello ha deciso di continuare il sostegno al PROGETTO “MANO SOLIDALE” Come sappiamo il principale scopo è quello di sostenere persone in grave difficoltà economica e senza occupazione, favorendo il loro inserimento in un’attività lavorativa attraverso la costituzione di un fondo di solidarietà.

Leggi tutto

La fine del mese di maggio

rosario mariano

Il mese di maggio termina con la memoria liturgica della Visitazione della Beata Vergine Maria con la celebrazione tradizionale della Santa Messa presso la grotta di Lourdes all’Asilo Infantile. Questo mese è per noi dedicato tradizionalmente alla Madonna e al Rosario, letteralmente “Corona di Rose”.

Leggi tutto

Nella Messa di Pentecoste: lo Spirito cambia i cuori e cambia le vicende

spirito santo

Lo Spirito Santo ci porta verso Dio e verso il mondo. E’ un “ricostituente di vita” e porta un ”sapore di infanzia” nella Chiesa. Come il vento impetuoso cambia la realtà e la natura, lo Spirito Santo è la forza divina che cambia il mondo, “entra nelle situazioni e le trasforma”, “cambia i cuori e cambia le vicende”. E’ una forza centripeta, che “spinge verso il centro, perché “agisce nell’intimo del cuore”, e una forza centrifuga verso l’esterno, “verso ogni periferia umana” e “ci spinge verso i fratelli”.

Leggi tutto su www.vaticannews.va

La memoria di Maria, Madre della Chiesa

maria madre

“Papa Francesco, considerando attentamente quanto la promozione della devozione a Maria Madre della Chiesa possa favorire la crescita del senso materno della Chiesa nei fedeli e nella genuina pietà mariana, ha stabilito che la memoria della Beata Vergine Maria, Madre della Chiesa, sia iscritta nel calendario romano nel lunedì dopo Pentecoste e celebrata ogni anno”. È quanto si legge nel decreto della Congregazione del Culto divino, pubblicato sabato 3 marzo 2018 . Il decreto porta la data dell’11 febbraio, 160°anniversario della prima apparizione di Lourdes.

Pentecoste e Spirito Santo

spirito santo

I cristiani inizialmente chiamarono Pentecoste, il periodo di cinquanta giorni dopo la Pasqua. A quanto sembra, fu Tertulliano, apologista cristiano (155-220), il primo a parlarne come di una festa particolare in onore dello Spirito Santo. Alla fine del IV secolo, la Pentecoste era una festa solenne, durante la quale era conferito il Battesimo a chi non aveva potuto riceverlo durante la Veglia pasquale.

Leggi tutto

La Trinità di Andrej Rublev

la trinita

Il dipinto raffigura la scena della visita di tre personaggi fatta ad Abramo per promettere a lui e alla moglie Sara una discendenza. L’icona è ritenuta espressione della Trinità. In essa viene messa in evidenza la comune natura divina dei Tre e la Loro identità che però si diversifica nella loro azione nel mondo.

Leggi tutto

L’aborto oggi a 40 anni dalla legge 194

194

E’ spesso rivendicato come un diritto di libertà della donna, mentre il problema della tutela della vita umana è divenuto un argomento politicamente scorretto. L’aborto legalizzato si è, quindi, trasformato in una pratica tendenzialmente contraccettiva, in contrasto con quanto la legge prevedeva: ‘L’interruzione volontaria della gravidanza, di cui alla presente legge, non è mezzo per il controllo delle nascite’

Leggi tutto

Il Grest 2018 parte !

grest 2018L’allegra compagnia quest’anno ha raggiunto il n° di 32 eroici Grestini  e ben 30 mitici Animatori….

Leggi tutto

Il tema di quest’anno “Allopera! Secondo il tuo disegno

Leggi tutto      

Relazione sociale 2017 del Centro d’ascolto Caritas di Mandello

cda caritas

Le Volontarie del Centro di Ascolto Caritas del Vicariato di Mandello presentano la  Relazione sociale e le tabelle statistiche dell’anno 2017 che, come per gli anni passati, ci invitano a non considerare come un rapporto sull’attività svolta nello scorso anno, ma piuttosto un’esortazione……

Leggi tutto

52ª Giornata Mondiale delle Comunicazioni

giornata comunicazioni 52

Domenica 13 maggio 2018 si celebra questa Giornata.
Papa Francesco ci invita a soffermarci sui pericoli e le conseguenze di un uso distorto della comunicazione. Scrive il Santo Padre nel Messaggio inviato per questa giornata: “Oggi, in un contesto di comunicazione sempre più veloce e all’interno di un sistema digitale, assistiamo al fenomeno delle “notizie false”, le cosiddette fake news.

Leggi tutto

Festa della Mamma

festa della mamma

Auguri Mamma!
Espressioni del Papa: “Ogni persona umana deve la vita a una madre, e quasi sempre deve a lei molto della propria esistenza successiva, della formazione umana e spirituale. La madre, però, pur essendo molto esaltata dal punto di vista simbolico, viene poco ascoltata e poco aiutata nella vita quotidiana, poco considerata nel suo ruolo centrale nella società. Anzi, spesso si approfitta della disponibilità delle madri a sacrificarsi per i figli per “risparmiare” sulle spese sociali.

Leggi tutto

La Prima Confessione

festa del perdonoHANNO CELEBRATO PER LA PRIMA VOLTA IL SACRAMENTO DELLA PENITENZA
Alessandro Aiello – Martina Alippi – Andrea Bottazzi – Martina Brighenti – Leonardo Catalano – Michele Conti – Lucrezia Corti – Federico Dell’Oro – Angela Del Pozzo – Cristiano Elia – Samuele Friso – Pietro Gaddi – Agata Gambato -Arianna Redaelli –  Alexandra Riva – Diego Vincitorio – Gianluca Zema.

 

vademecum

Online il nuovo calendario mensile delle iniziative oratoriane per il mese di maggio e giugno. Le iniziative potranno subire qualche variazione che verrà riportata sul notiziario “La Brezza” e direttamente sul sito. Se ne potrà fare richiesta cartacea in Oratorio o stamparne una copia al seguente link  Vademecum dei ragazzi in gamba

“Allopera! Secondo il tuo disegno”

logo grest 2018È questo il titolo del Grest 2018, la proposta educativa che all’inizio del mese di giugno (precisamente da lunedì 11 giugno per due settimane) animerà il nostro Oratorio. Per partecipare seguire le indicazioni che puntualmente verranno pubblicate su La Brezza o sul sito internet.

Leggi tutto

Chi è e che cosa può fare il Diacono?

diacono diego
Non è rara la richiesta sull’identità e il ministero del diaconato. Ecco alcune informazioni utili: …

Leggi tutto

 

Bibbia digitale

app bibbia CEI

…e per chi preferisse una versione digitale della Sacra Bibbia ecco alcune indicazioni, su internet esistono varie possibilità per chi vuole consultare la Parola di Dio sul proprio computer, smartphone o tablet. E’ possibile ad esempio collegarsi al sito pontificio all’indirizzo www.vatican.va  oppure al sito www.bibbia.net
Ci sono poi alcune applicazioni che, scaricate direttamente su smartphone o tablet, offrono accurate funzioni di lettura, navigazione e ricerca o ascolto….

Leggi come scaricare gratuitamente l’App Bibbia CEI o la Bibbia Audio Mp3

Cento anni delle apparizioni

Fatima

Incominciano quest’anno le celebrazioni in ricordo dei cento anni delle apparizioni di Maria a Fatima.
Per l’Italia iniziano a Milano presso la Parrocchia di San Giuseppe della Pace dal 07 al 15 maggio.
Abbiamo come Comunità una particolare devozione verso la Madonna pellegrina di Fatima. L’abbiamo ospitata per ben due volte.
Saremo presenti con alcuni rappresentanti della Parrocchia alla solenne processione serale aux flambeaux il 13 maggio.

Con la forza del Rosario: un’esperienza strana…ma efficace
MCMartina_photo

Intervista su youtube a Maria Chiara Martina

«Di fronte a tanti suicidi, a tante vite sacrificate da un’economia senza cuore, non possiamo restare indifferenti. Ma come spezzare la dinamica della disperazione, ridare coraggio, spingere lo sguardo oltre l’ostacolo giocandoci tutte le carte a nostra disposizione?».
Nasce così ‘Impresa orante’, la rete di preghiera per il mondo del lavoro lanciata dalla torinese Maria Chiara Martina.
Leggi tutto

50° Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali

testata
8 maggio 2016

Siamo chiamati a comunicare da figli di Dio con tutti, senza esclusione. Lo ricorda Papa Francesco nel Messaggio per la 50ª Giornata mondiale delle comunicazioni sociali. “Comunicazione e Misericordia: un incontro fecondo” è il tema della Giornata.


Leggi tutto

Sulle vie di Dio
Confessione_3

Da ‘il Settimanale della Diocesi di Como’ n. 17 del 30 aprile 2016     Articolo di don Angelo Riva

Bravo prete, don Giulio.
Comprensivo con tutti, ma senza dimenticare che la prima carità è la verità: se no anche la misericordia diventa inganno e bugia. Attaccato alla sana dottrina, ma ricordando che il sabato è per l’uomo, non il contrario. E’ molto umano – dicono di lui – ma lui resta consapevole che solo Cristo rivela fino in fondo che cosa sia davvero “umano”. Don Giulio sa che gli insegnamenti della Chiesa non sono pietre da scagliare addosso alla gente.
Leggi tutto

Il percorso dell’Iniziazione Cristiana

 

1 com 2016Con i ragazzi della classe 5a di quest’anno abbiamo fatto per la prima volta la celebrazione unitaria dei Sacramenti della Iniziazione Cristiana.
Cresima (sabato 30 aprile) ed Eucaristia (domenica 1° maggio).  Leggi tutto

Il Battesimo: un dono necessario

battesimo

Sul Battesimo «si fonda la nostra stessa fede», è il Sacramento che «ci innesta come membra vive in Cristo e nella sua Chiesa» ha detto il Santo Padre. Che poi ha voluto raccogliere come una provocazione: «Può nascere in noi una domanda: ma è davvero necessario il Battesimo per vivere da cristiani e seguire Gesù?»

Leggi tutto

Grande vendita di torte

torte

Sabato 7 e domenica 8 maggio sul Sagrato della Chiesa grande vendita di torte in favore dell’Asilo Infantile.

Vi aspettiamo numerosi

 

“Non c’è più religione”

icona
Viene spontaneo il detto guardando le nostre Comunità. E’ evidente che continua una fede cristiana frutto di usanze, di tradizione, di abitudini.
Leggi tutto

La Santa Cresima 2016

DSC_1715Domenica 10 aprile 2016  Don Ivan Salvadori ha impartito il Sacramento della Santa Cresima a 21 nostri ragazzi.

Vai all’articolo
Vai alla Gallery

 

Auto da rally e il rombo dei motori. “Ciao, Michy”

26“Signore, fa’ che i suoi sogni possano essere i nostri sogni, che le sue passioni possano essere le nostre passioni, che le sue emozioni siano le nostre emozioni, che  il suo sorriso sia lo specchio della sua anima sui nostri volti… Ciao Michy, sarai sempre con noi. I tuoi amici”.
Abbadia Lariana ha dedicato la prima domenica di aprile a Michele Barra. Una giornata tutta per Michy, che aveva una grande passione per i motori e in particolare per quelle auto che domenica si sono fatte ammirare sul lungolago e che hanno poi sfilato nel tratto compreso tra Linzanico e Crebbio, con oltre 100 piccoli (e grandi) “navigatori”
Leggi tutto

 

Nuove panche

pancachiesa borbino
Da tempo si attendeva la necessaria sistemazione dei banchi della Chiesa .

Avremo nuove panche con possibilità di dedicarle ai propri cari.

Per le tutte le informazioni rivolgersi al Parroco

Le Giornate Eucaristiche

giornate eucaristicheAnche nella nostra Parrocchia, ogni anno vengono celebrate le “Giornate Eucaristiche” chiamate anche “Quarantore”. Che cosa sono e qual è l’origine all’interno della Chiesa Cattolica? Sono manifestazioni del culto eucaristico. Nei secoli passati, come ci racconta la storia, erano considerate un tempo di rinnovamento spirituale e sociale, di preghiera e di penitenza, di comunione tra il clero e il popolo, tra i ricchi e i poveri, tra superiori e sudditi.

Leggi tutto

Giovedì Santo

giovedì

Il Giovedì Santo inizia con la Messa del Crisma, celebrazione che si svolge al mattino e che, soprattutto per i sacerdoti, riveste una importanza notevole. Infatti, durante questa celebrazione non vengono solo benedetti gli oli santi, ma vengono anche rinnovate le promesse sacerdotali. Ogni Vescovo presiede questa celebrazione nella propria cattedrale, cui sono invitati a partecipare tutti i presbiteri. Nel pomeriggio del Giovedì Santo, con la Messa vespertina ‘nella Cena del Signore’, iniziano ufficialmente i riti del Triduo Pasquale. Durante questa liturgia si compie il tradizionale rito della “lavanda dei piedi”, ricordando appunto l’ultima cena di Gesù e, soprattutto, l’istituzione dell’Eucaristia.

Venerdì Santo

venerdì

Il Venerdì Santo, giorno in cui si ricorda la crocifissione, morte e deposizione di Gesù, si svolge una “azione liturgica” e l’adorazione della Croce. In questo giorno e nel giorno seguente (Sabato Santo), la Chiesa, per antichissima tradizione, non celebra l’Eucaristia. Nelle ore pomeridiane ha luogo la celebrazione della Passione del Signore. Si commemorano insieme i due aspetti del mistero della croce: la sofferenza che prepara la gioia di Pasqua, l’umiliazione e la vergogna di Gesù da cui sorge la sua glorificazione. Alla sera del Venerdì Santo si celebra tradizionalmente la “Via Crucis ”. E’ giorno di penitenza, digiuno e astinenza.

Sabato Santo

sabato

Il Sabato Santo è un giorno “a-liturgico”, cioè privo di liturgie. Non si compie nessuna celebrazione, se non alla sera la grande Veglia pasquale, che Agostino definiva “la madre di tutte le Veglie ”. Caratteristica delle celebrazioni del Triduo è che sono organizzate come un’unica Liturgia; infatti la Messa in Coena Domini non termina con l’ ite missa est (”la Messa è finita”), bensì in silenzio; l’Azione liturgica del Venerdì non comincia con l’usuale saluto e con il segno della Croce e termina anch’essa senza saluto, in silenzio; infine la solenne Veglia comincia in silenzio e termina finalmente con il saluto finale. Il Triduo Pasquale costituisce pertanto un’unica solennità, la più importante di tutto l’Anno liturgico; dal Gloria della Messa del Giovedì a quello della Veglia le campane devono stare in silenzio; anticamente anche gli strumenti musicali dovevano tacere il Venerdì e il Sabato Santo, fino alla Veglia Pasquale.

La Benedizione dei rami di ulivo

DSC_1374Anche ad Abbadia la Domenica delle Palme ha aperto di fatto le celebrazioni della Settimana Santa. Nella nostra chiesa domenica 20 marzo si è rinnovato il rito della benedizione dei rami di ulivo.
La messa festiva della comunità è stata preceduta dalla “processione delle palme” che dal giardino parrocchiale ha raggiunto la vicina chiesa di San Lorenzo, guidata dal nostro parroco, il quale ha invitato i fedeli a riflettere sul mistero della morte e risurrezione di Cristo.
Don Vittorio ha quindi sollecitato la partecipazione del maggior numero possibile di fedeli al triduo pasquale di giovedì, venerdì e sabato prossimi, “la più importante solennità dell’anno e cuore della liturgia in quanto memoriale dell’essenza della fede in Gesù morto e risorto”.
Vai alla Gallery

La Via Crucis Vicariale

via crucis

Il prete-mago dà spettacolo: “Apprezzate la magia della vita”

Il prete-mago dà spettacolo: “Apprezzate la magia della vita”

E’ finita con una… nevicata. E con l’inchino e il grazie del mago Sales al pubblico che domenica 28 febbraio ha assistito all’Oratorio “Pier Giorgio Frassati” di Abbadia Lariana allo spettacolo messo in scena non da un prestigiatore come ce ne sono tanti ma da un prete-mago capace di far divertire e di far sorridere. E di regalare sogni non soltanto ai più piccoli ma anche agli adulti.

Leggi tutto

La Benedizione Pasquale delle famiglie

Benedizione

Don Vittorio ha terminato la benedizione pasquale delle famiglie bussando a 1.376 nuclei.

Ha incontrato 699 famiglie o aggregazioni varie (ditte, negozi, uffici, luoghi di incontro …)

Ora rimane disponibile all’incontro, pur breve di preghiera, di coloro che per vari motivi non hanno potuto essere presenti.

e-mail: vittorio.bianchi@diocesidicomo.it

 

I premi potranno essere ritirati in casa parrocchiale entro la
fine del mese di marzo.

L’ Oratorio ringrazia di cuore per la solidarietà e la simpatia dimostrata

Visitate le pagine dedicate alla Festa di Santa Apollonia ed al Carnevàa de la Badia 2016, troverete le gallery con tutte le fotografie.

Ecco la lista dei biglietti vincenti